Tangenti, nuovo arresto per Prosperini

Piergianni Prosperini
1' di lettura

L'ex assessore al Turismo della giunta Formigoni è finito ai domiciliari con l'accusa di corruzione e false fatturazioni. Il Gip parla di "elevata capacità di delinquere". Già nel 2010 aveva patteggiato 3 anni e 5 mesi per turbativa d'asta e truffa

Leggi anche:
2009: Prosperini arrestato in diretta tv
Prosperini e quel giro d'affari tra Eritrea e tv locali

Nuovo arresto per Piergianni Prosperini. L'ex assessore al Turismo della regione Lombardia (che già nel 2010 aveva patteggiato una condanna a 3 anni e 5 mesi per un presunto giro di tangenti) è finito ai domiciliari con le accuse di corruzione e false fatturazioni. Stando alla ricostruzione dell'accusa rappresentata dai pm Alfredo Robledo e Paolo Storari, Prosperini, quando era assessore al Turismo, avrebbe incassato dei soldi per favorire eventi di promozione turistica nell'ambito della Bit (Borsa Italiana Turismo). L'arresto è stato disposto dal gip Andrea Ghinetti. Prosperini in ogni caso sta ancora scontando i domiciliari precedentemente patteggiati.

Nel motivare l'ordinanza con cui ha disposto i domiciliari per Pier Gianni Prosperini, il gip di Milano fa riferimento all'"elevata capacità a delinquere" manifestata dall'ex assessore. Prosperini avrebbe continuato a commettere reati, pur sapendo di essere già indagato, nel 2009, epoca alla quale risalgono gli ultimi fatti che gli sono addebitati. Il gip ritiene pienamente provata la circostanza della tangente da 10mila euro versata dall'imprenditore Spagnolatti all'allora assessore regionale al turismo Prosperini per garantirsi la proroga del contratto di un anno dello stand Lombardia alla Bit

Oltre a Prosperini ci sono anche una funzionaria regionale e un dirigente all'assessorato al Turismo tra gli indagati nell'inchiesta.Si tratta rispettivamente di Isabella Molina e Roberto Lambicchi. In particolare, alla Molina viene contestato di avere ricevuto un orologio di lusso come ringraziamento per avere affidato a una società la realizzazione di brochure di promozione turistica. Nei loro confronti, i pm hanno chiesto una misura interdittiva dall'esercizio delle funzioni pubbliche sulla quale si pronuncerà il gip dopo un'apposita udienza col contraddittorio delle parti. Destinatario di un provvedimento di arresti domiciliari è anche l'imprenditore Luca Spagnoletti, già direttore di Eventi Valtellinesi, che, come Prosperini, li stava già scontando.

Leggi tutto