Salvatore Borsellino: vogliamo giustizia non corone di Stato

1' di lettura

Nel diciannovesimo anniversario della strage di via D'Amelio, nella quale furono uccisi Paolo Borsellino e gli uomini della scorta, parla a SkyTG24 il fratello del giudice: "Vogliamo che la magistratura possa fare il proprio lavoro". GUARDA IL VIDEO

Guarda anche:
Via D'Amelio, le immagini della strage

Strage di via D'Amelio, fermato un altro uomo
Via D'Amelio, Spatuzza riconosce uno 007

(Guarda nel video in alto l'intervista)

"Non vogliamo che vengano portate corone di Stato dove è avvenuta una strage di Stato. Non vogliamo corone ma giustizia". In occasione del diciannovesimo anniversario della strage di via d'Amelio, nella quale furono uccisi Paolo Borsellino e gli agenti della scorta, parla a SkyTG24 Salvatore Borsellino, fratello del giudice. Che aggiunge: "Vogliamo che la magistratura possa fare il proprio lavoro senza gli attacchi quotidiani che ripetono lo schema che già si era verificato per Paolo Borsellino".

Paura che la mafia torni a colpire? "Ho paura - conclude il fratello del giudice - che tornino all'attacco quei poteri forti che io ritengo si siano serviti della mafia per attuare le stragi del '92 e del '93".

Leggi tutto