Affari coi signori della droga: blitz contro la 'Ndrangheta

1' di lettura

Una retata dei carabinieri ha portato all'arresto in Italia e all’estero di circa quaranta persone e al sequestro di centinaia di chili di cocaina. Gli investigatori: rapporti con messicani e colombiani che controllano il traffico di stupefacenti

Leggi anche:
L'arresto della "narco-modella"

Maxi-operazione contro la 'ndrangheta e il narcotraffico internazionale tra Italia, Stati Uniti, Spagna e Olanda.
Circa quaranta persone sono state arrestate dai carabinieri, grazie a indagini dirette dalla Procura Distrettuale di Reggio Calabria che, con la collaborazione della DCSA e dell'Agenzia delle Dogane, hanno consentito il sequestro di centinaia di chili di cocaina destinata alle cosche calabresi per essere commercializzata nel territorio nazionale e all'estero.

Accertati i rapporti della 'ndrangheta con il cartello del Golfo messicano e i cartelli colombiani che controllano il traffico di cocaina verso gli Usa e l'Europa, le modalità di importazione e il riciclaggio dei narcoproventi sono stati provati ora, documentando gli accordi tra le cosche per il controllo dell'area portuale di Gioia Tauro per l'introduzione e la distribuzione della droga.

L'operazione, svolta insieme alla Procura Nazionale Antimafia e alla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga, sono stati individuati in diversi Paesi i referenti della 'ndrangheta, che ora sono stati arrestati in esecuzione di mandato di arresto a fini estradizionali dalle forze di polizia statunitense, spagnola e olandese.
Le indagini hanno individuato anche gli assetti di vertice delle principali cosche della zona jonico-reggina.

Leggi tutto