Lampedusa, riprendono gli sbarchi: arrivano mille migranti

1' di lettura

Intanto il premier rinuncia alla visita nell'isola. Il sindaco: "Sono convinto che non è venuto per la sentenza del Lodo Mondadori che ha colpito la sua famiglia". FOTO E VIDEO: LO SPECIALE

Guarda anche:
Lo speciale Mediterraneo di Sky.it
L'Onu: mai così tanti profughi negli ultimi 15 anni
Emergenza immigrazione: sfoglia l'album fotografico

(in fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza immigrazione)

"Ieri (venerdì 8 luglio, ndr) ho sentito il presidente Berlusconi, era sereno tranquillo ed eccitato per la visita a Lampedusa. Oggi non è venuto non a causa dei nuovi sbarchi ma per la sentenza del Lodo Mondadori che ha colpito dolorosamente la sua famiglia".
Lo ha detto a SkyTG24 il sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis, nel giorno in cui nell'isola sono arrivati diversi barconi di immigrati.

Quattro barconi arrivati a Lampedusa - Sono tutti approdati a Lampedusa i quattro barconi avvistati la sera di venerdì 8 luglio da un aereo in ricognizione nel Canale di Sicilia. Complessivamente sono oltre mille (per l'esattezza 1041) i migranti sbarcati sull'isola, tra i quali 122 donne, molte delle quali in avanzato stato di gravidanza, e 33 bambini. Tutti sono partiti dalla Libia.
Alle operazioni di soccorso, che si sono concluse in mattinata, hanno partecipato quattro motovedette, due della Guardia Costiera e due della Guardia di Finanza.
La prima "carretta", con 158 profughi (e non 156 come comunicato in un primo momento) tra i quali 28 donne e 12 bambini, è entrata in porto poco prima di mezzanotte. Alle 3.30 lo sbarco più consistente: 340 extracomunitari, compresi 30 donne e 11 bambini.
Circa mezz'ora dopo sono arrivati altre 303 migranti, con 42 donne e sei minori. All'alba, infine, è approdato l'ultimo barcone con 240 profughi, tra i quali 22 donne e quattro bimbi.

Leggi tutto