Ruby, la Consulta ammette il conflitto di attribuzione

1' di lettura

Il ricorso era stato presentato dalla Camera nei confronti dei pm di Milano che hanno rinviato a giudizio il premier Berlusconi per concussione e prostituzione minorile. Per la decisione della Corte Costituzionale bisognerà però aspettare qualche mese

Guarda anche:
Caso Ruby: vai allo speciale
Rubygate: l'album fotografico
Berlusconi e le donne: l'album fotografico
Il premier e la giustizia: l'album fotografico

(in fondo all'articolo tutti i video sul caso Ruby)

La Corte Costituzionale ha stabilito che il ricorso per il conflitto di attribuzione sollevato dalla Camera dei deputati nei confronti dei magistrati di Milano per il caso Ruby è ammissibile. Lo riferisce una fonte giudiziaria. Ora però la Consulta dovrà discutere nel merito della questione, e secondo esperti una decisione potrebbe arrivare alla fine dell'anno. Nel frattempo il processo prosegue, anche se la difesa del premier ha chiesto la sospensione legata al ricorso costituzionale.

Lo scorso 5 aprile la Camera ha deciso di sollevare il conflitto di attribuzione con una maggioranza di 12 voti, con il centrodestra che allora ha fatto passare a Montecitorio il suo punto di vista, cioè che uno dei due reati contestati al premier nel processo Ruby, la concussione, sia di natura ministeriale e, pertanto, l'inchiesta dovrebbe ricominciare quasi da zero davanti al Tribunale dei ministri, annullando buona parte degli atti compiuti finora dai pm e dal gup di Milano, che ha rinviato Berlusconi a giudizio immediato.

L'accusa dice che Berlusconi avrebbe avuto rapporti sessuali a pagamento con la giovane marocchina Karima el Mahroug, detta Ruby, quando era minorenne, e che abbia cercato illegittimamente di ottenerne il rilascio dalla questura di Milano, dove era stata fermata per furto, con l'obiettivo di occultare la sua relazione con la ragazza. Il processo per il premier - accusato di concussione e prostituzione minorile - è iniziato lo scorso 6 aprile.

Tutti i video sul caso Ruby:

Leggi tutto