Avetrana, i pm: "Cosima e Sabrina sono le responsabili"

1' di lettura

Concluse le indagini per la morte di Sarah Scazzi. Secondo la procura di Taranto ad aver ucciso la ragazza sarebbero state sua zia e sua cugina. Michele Misseri indagato per occultamento di cadavere

Guarda anche:
Sarah Scazzi, arrestata anche la zia Cosima
Omicidio di Sarah, scarcerato Misseri
TUTTE LE IMMAGINI SUL CASO DI SARAH SCAZZI

(in fondo all'articolo i video sull'omicidio di Sarah)

Si sono concluse le indagini per la morte di Sarah Scazzi. Ad uccidere la ragazza di Avetrana, secondo la procura di Taranto, sarebbero state sua zia Cosima Serrano e la cugina Sabrina Misseri. Michele Misseri, che era stato indicato all'inizio dell'inchiesta come unico responsabile, risulta invece indagato solamente per il reato di soppressione di cadavere. Negli atti la procura scrive che le due donne "privarono della libertà personale Sarah Scazzi, costringendola dopo averla strattonata ed afferrata per i capelli, e comunque con tono minaccioso, a salire sull'autovettura della Serrano, conducendola verso la loro abitazione contro la volontà della minore, di cui cagionavano la morte a mezzo di una cinghia".

Del sequestro della piccola Sarah da parte di Cosima Serrano e Sabrina Misseri aveva parlato il fioraio Giovanni Buccolieri, di 40 anni, che pure figura tra gli indagati: il fioraio aveva raccontato nell'autunno scorso ad amici e collaboratori di aver visto Cosima Serrano e Sabrina sequestrare Sarah. Indotto a parlarne agli inquirenti, il 9 aprile scorso ha dichiarato di aver assistito il sequestro ma solo in sogno. Per questo e' stato accusato di false dichiarazioni al pm.

Leggi tutto