Omicidio Barnett, Danilo Restivo colpevole

Danilo Restivo, unico imputato per l'omicidio di Elisa Claps, sarà processato l'8 novembre con rito abbreviato
1' di lettura

L'uomo, accusato anche dell'assassinio di Elisa Claps, è stato condannato dai giudici inglesi per aver ucciso la sua vicina di casa. In Italia, intanto, il gup di Potenza ha accolto la richiesta di rito abbreviato avanzata dai suoi legali

Elisa Claps: LA FOTOSTORIA
Cold Case all'italiana: se la giustizia è in differita

(in fondo all'articolo tutti i video sul caso Claps)

Danilo Restivo è colpevole dell'omicidio di Heather Barnett, la donna massacrata nel bagno della sua abitazione il 12 novembre del 2002. E' questo il verdetto espresso dalla giuria. La sentenza verrà espressa nella mattina di giovedì 30 giugno alle 10.30 (11.30 in Italia). La famiglia di Barnett era in aula.
Nello stesso giorno in Italia, per quanto riguarda l'altro processo che vede imputato Danilo Restivo per l'omicidio di Elisa Claps, il giudice ha accolto la richiesta di rito abbreviato.

Barnett, Gildo Claps: Quasi una liberazione - "Una sensazione quasi liberatoria: è sfuggito alla giustizia per troppo tempo": queste le prime parole di Gildo Claps, raggiunto dall'ANSA poco dopo la sentenza di condanna di Danilo Restivo, in Inghilterra, per il delitto di Heather Barnett. "Per 18 lunghi anni abbiamo inseguito la verità, che per noi è stata chiara da subito: ora la condanna per il delitto Barnett ci restituisce già qualcosa", ha aggiunto. "Il processo in Inghilterra si è basato per larga parte su elementi dell'omicidio di Elisa. La condanna di Restivo è un segnale anche per tante altre vittime e tanti altri genitori che aspettano giustizia: in questi lunghi anni ne abbiamo conosciuti tantissimi".
"Ora - ha concluso Gildo Claps - non ci resta che aspettare il processo a Restivo in Italia, per avere una giustizia completa e cercare di chiarire i punti oscuri della vicenda".

Omicidio Claps, rito abbreviato per Restivo - Intanto, nel Tribunale di Salerno, il gup Elisabetta Boccassini ha accolto la richiesta di rito abbreviato avanzata dalla difesa di Danilo Restivo, unico imputato per l’omicidio di Elisa Claps. Il rinvio a giudizio arriva diciotto anni dopo la scomparsa di Elisa, avvenuta il 12 settembre 1993."
La famiglia della giovane studentessa si è detta soddisfatta. “La richiesta di rito abbreviato ci fa pensare che la difesa non ha tanti argomenti a suo favore – ha commentato Gildo Claps, fratello di Elisa –. Ci risparmieremo un dibattimento lunghissimo". Gildo Claps si è detto invece “irritato” per la posizione della Diocesi di Potenza, che ha fatto sapere di volersi costituire parte civile. "La nostra famiglia, tramite l'avvocato Scarpetta, si è opposta alla eventuale costituzione di parte civile da parte della Diocesi di Potenza – ha spiegato – perché è grottesca una situazione del genere. In questi anni la Chiesa quanto meno si è macchiata di omissioni e ha inscenato quel teatrino del ritrovamento del 17 marzo”.
In aula erano presenti anche Luciano, l’altro fratello della vittima, e mamma Filomena. “Sono tranquilla sull'esito di questa udienza. Lo sono sempre stata, sin dal primo giorno”, aveva detto la donna prima di entrare in Tribunale.
Anche il legale di Danilo Restivo, Mario Marinelli, si dice soddisfatto per l'accoglimento della richiesta di rito abbreviato. "Così si potrà fare chiarezza in questa vicenda che presenta aspetti poco trasparenti – ha commentato –. Cercheremo di squarciare le nubi che incombono su questa storia".

Il 2 luglio i funerali di Elisa - Il giudice Elisabetta Boccassini, intanto, ha acquisito atti provenienti dalla Gran Bretagna, dall'altro processo che vede Danilo Restivo imputato per l'omicidio di Heather Barnett. Si tratta dell'interrogatorio dello stesso Restivo, di quello di Eliana De Cillis, l'amica di Elisa, e dei verbali di alcuni periti. Acquisiti anche gli atti relativi ai verbali di ricomposizione della salma di Elisa, avvenuta lo scorso 27 giugno. Corpo, quello della studentessa potentina, che sarà consegnato alla famiglia Claps il prossimo primo luglio. Il giorno successivo saranno celebrati i funerali.

Leggi tutto