No Tav, la battaglia continua: corteo nazionale il 3 luglio

1' di lettura

Dopo il blitz della polizia, che ha consentito di dare il via ai lavori per il cantiere della Maddalena a Chiomonte, gli attivisti pronti a nuove mobilitazioni: fiaccolate, manifestazioni e presidi. VIDEO E FOTO

Guarda anche:
Il racconto degli scontri via Twitter e Facebook
No Tav in Val di Susa: l'album fotografico
No Tav, il racconto degli scontri su Twitter e su Facebook

di Chiara Ribichini

Domenica 3 luglio tutti a Chiomonte: manifestazione nazionale No Tav. Gli attivisti non mollano. All’indomani del blitz della polizia che ha permesso di far partire i lavori nel cantiere per la realizzazione della galleria in località La Maddalena a Chiomonte (Val di Susa), è già pronto un calendario di date con le nuove mobilitazioni organizzate dal movimento che si oppone alla realizzazione dell’alta velocità Torino Lione.

“L’assemblea tenutasi a Bussoleno (Torino) è appena terminata. Notizie appena giunte parlano di varie mobilitazioni a Torino ma quella che chiama l’Italia intera a schiena dritta a partecipare si terrà domenica 3 luglio. Chi non può venire non perda neanche tempo a scriverlo ma aiuti i resistenti diffondendo l’evento” si legge nella descrizione dell’evento pubblicato su Facebook subito dopo la riunione di lunedì sera alla quale hanno partecipato, secondo quanto scrivono alcuni utenti, oltre mille persone. Alle 9:30 di martedì 28 giugno le adesioni alla manifestazione, che partirà da Susa per raggiungere Chiomonte, sono già vicine alla soglia di 1500 persone. E anche la macchina organizzativa è già partita. “Informatevi perché sicuramente ci saranno pullman da Roma” sottolineano gli utenti.

Che le mobilitazioni sarebbero andate avanti lo aveva promesso lo stesso leader storico del movimento Alberto Perino. “Abbiamo perso il primo round, non la guerra” aveva detto subito dopo che la polizia aveva sfondato le barricate e rimosso il presidio degli attivisti (guarda le foto), costringendoli a fuggire nei boschi. Gli appuntamenti per protestare sono tanti e diffusi a macchia d’olio per l’Italia. Già oggi, 28 giugno, a Bussoleno è prevista una nuova assemblea. Sulle strade statali 24 e 25 della Val di Susa sono attesi presidi. A Susa appuntamento alle 20:30 davanti alla stazione per una fiaccolata. Sempre in serata, a Udine, è previsto un presidio. “Ci vediamo alle 19 davanti alla prefettura” avverte Cristina sulla bacheca del gruppo No Tav su Facebook.

Intanto, l’area della Maddalena resta controllata dalle forze dell’ordine, mentre uomini e mezzi delle ditte incaricate proseguono nelle operazioni di apertura del cantiere a Chiomonte (Torino) per la ferrovia Tav Torino-Lione. Per permettere le operazioni tecniche, è ancora chiusa al traffico l'autostrada A32, fra Avigliana e Bardonecchia (Torino).

Tutti i video sulle proteste No Tav

Leggi tutto