P4, indagato il generale della GdF Michele Adinolfi

1' di lettura

Il capo di stato maggiore delle Fiamme gialle è sotto inchiesta per rivelazione di segreto e favoreggiamento personale. Avrebbe informato Luigi Bisignani delle indagini in corso. Lui nega ogni addebito

Guarda anche:
Da "Coach" a "Ciccione", ecco i soprannomi della P4
La classifica di chi parlava di più con Bisignani
Woodcock, il pm che indaga sulla P4: FOTO
Tutti i rapporti tra Bisignani, politici e manager
Che cos'è la cosiddetta P4
Legge bavaglio, vai allo speciale

(in fondo tutti gli aggiornamenti video sul caso P4)


Il capo di stato maggiore della Guardia di Finanza, generale Michele Adinolfi, è indagato dalla procura di Napoli nell'inchiesta P4. I reati ipotizzati nei confronti dell'alto ufficiale sono rivelazione di segreto e favoreggiamento personale.  Il generale Adinolfi, secondo gli inquirenti, avrebbe fatto arrivare - tramite un'altra persona - notizie riservate sull'inchiesta a Luigi Bisignani, principale indagato per la P4: notizie che gli sarebbero arrivate da un altro generale della Gdf, il comandante interregionale dell'Italia meridionale Vito Bardi, in servizio a Napoli, anche lui indagato e che ha chiesto che si proceda per calunnia nei confronti di Bisignani e di eventuali altre persone che lo accusano.

Il nome del generale Adinolfi sarebbe emerso nel corso di un interrogatorio al deputato del Pdl Marco Milanese da parte dei magistrati Francesco Curcio e Henry John Woodcock, titolari dell'inchiesta. Il generale è stato già interrogato dai pm e, secondo quanto si apprende, avrebbe negato ogni addebito. Successivamente tra i due vi sarebbe stato anche un confronto.

Leggi tutto