Maturità, Gelmini: "Dal prossimo anno un nuovo test"

1' di lettura

Un esame a risposta multipla di tipo anglosassone simile a quello dell'Invalsi che viene proposto per la terza media. E' la novità annunciata per il 2012 dal ministro dell'Istruzione. L'obiettivo? "Un sistema di valutazione omogeneo per tutto il Paese"

Guarda anche:
Lo speciale scuola e università
Maturità 2.0: in Rete tracce e soluzioni in tempo reale
Maturità, sul web trionfa Warhol
Da Venditti ai Queen, la colonna sonora della Maturità
Notte prima degli esami? Tra Twitter, Facebook e iPhone

Dal 2012 la maturità potrebbe avere una nuova prova: un test a risposta multipla di tipo anglosassone simile a quello dell'Invalsi che viene proposto per l'esame di terza media. Il tutto per avere "un sistema di valutazione omogeneo per tutto il Paese". Lo ha ribadito il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, commentando l'esito delle prime due prove della maturità al Tg1.

"Tutto si è svolto regolarmente - ha detto il ministro - le tracce sono rimaste riservate fino all'ultimo" cosa "non scontata" nell'era della tecnologia. Per questo il ministro ha ringraziato di nuovo i docenti e il personale della scuola che hanno lavorato per l'esame. Riguardo le prime indicazione circa un aumento dei non ammessi, Gelmini ha affermato che "non è mai bello quando un ragazzo viene bocciato", ma ha ricordato anche la linea di rigore applicata in questi ultimi anni: "una scuola che aiuta tutti non aiuta a crescere".

Leggi tutto