'Ndrangheta, sequestrato il "vangelo" delle mafie

Il filmato che mostra il brindisi mafioso
1' di lettura

Tra i beni recuperati dai carabinieri nelle indagini che hanno portato al blitz in Piemonte, c’è pure un manoscritto che svela i riti e i codici dell'organizzazione criminale. Un ritrovamento molto prezioso, come aveva spiegato anche Saviano. VIDEO

Guarda anche:
Così si giura davanti al boss: IL VIDEO
'Ndrangheta: così nel santuario si scelgono i capi
'Ndrangheta, ultima fermata nord: lo speciale
'Ndrangheta a Milano: gli affari e i contatti con i politici

Tra gli oggetti confiscati nel corso delle indagini che hanno portato al blitz contro la 'ndrangheta effettuato dai carabinieri tra la Calabria e il Piemonte è stato sequestrato anche un manoscritto contenente formule e rituali di affiliazione all'organizzazione criminale, chiamato nelle intercettazioni "Il vangelo". Per gli inquirenti si tratta di un ritrovamento particolarmente prezioso, proprio per l'uso peculiare del linguaggio e della terminologia, come spiegano gli inquirenti "non un mero dato formale ma il modo in cui si realizzano i fondamenti del sodalizio criminoso". Anche un semplice brindisi a tavola, come si può vedere nel video qui sopra, poteva nascondere dietro formule apparentemente incomprensibili, la sigla di un patto.

Dell'importanza di rituali e codici nelle organizzazioni mafiose aveva parlato anche Roberto Saviano in uno dei suoi monologhi nella trasmissione "Vieni via con me" (video qui sotto). Partendo dalla storia di Osso, Mastrosso e Barbosso, il mito fondativo delle tre mafie italiane, lo scrittore campano inizia a spiegare come codici e regole siano il primo elemento da studiare per capire cosa è un'organizzazione criminale. Rispetto alle tante mafie che esistono nel mondo, spiega Saviano, quelle italiane sono tra le più rigide e con il maggior numero di regole. Ed è proprio questo corpus di leggi interne che distingue una mafia dalla criminalità comune, che dà loro la rigida struttura interna simile a quella di un esercito e che permette loro di sopravvivere sull'arco di più generazioni.

Guarda il video con Roberto Saviano:


Leggi tutto