Batterio killer, Fazio: occhio alle confezioni dei prodotti

1' di lettura

Il ministro della Salute a SkyTG24: conviene fare un approfondimento per ciò che riguarda la produzione e il confezionamento di certi prodotti. Intanto in Germania i primi test assolvono anche i germogli di soia. VIDEO

Guarda anche:
Batterio killer, falso allarme in Italia
Le precauzioni per chi va in Germania


(in fondo all'articolo tutti i video sul batterio)

"Credo che al di là di focalizzarsi sui singoli vegetali, poiché sono situazioni locali, forse conviene fare un approfondimento", in particolare per ciò che riguarda "la produzione e il confezionamento" di certi prodotti. E' quanto dice a SkyTG24 il ministro della Salute Ferruccio Fazio, commentando le ultime notizie sul batterio killer e, in particolare, sull'indiscrezione secondo cui le autorità tedesche avrebbero individuato l'origine dell'epidemia nei germogli di soia. Un'indiscrezione che non trova riscontro nei primi esami effettuati in Germania sui campioni incriminati.

Le dichiarazioni di Fazio arrivano nelle stesse ore delle rassicurazioni dell'Unione Europea.
Per il commissario Ue alla Salute John Dalli, la diffusione della variante mortale dell'e.coli è una "crisi importante", e per questo gli esperti di Bruxelles sono già al lavoro in Germania per aiutare nelle operazioni di identificazione della fonte del batterio.

"Questa è una crisi importante", ha ammesso Dalli, in quanto "pur se contenuta geograficamente è una questione che deve essere controllata, e dobbiamo anche garantire che non succeda più una cosa simile".

Per questo, ha riferito il commissario, "abbiamo già squadre (di esperti Ue, ndr), in Germania per fornire assistenza alle autorità competenti per accelerare il processo e assicurare che tutte le tracce possibili siano seguite" in modo da arrivare rapidamente all'identificazione dell'origine della contaminazione dell'e.coli. Ma la ricerca della fonte dell'epidemia si sta dimostrando "molto difficile": finora i primi campioni analizzati dei germogli di soia sotto accusa sono risultati negativi.

Tutti i video sul batterio killer:

Leggi tutto