Aiazzone: depredato ex mobilificio in provincia di Bergamo

1' di lettura

In circa 200, tra clienti che non hanno mai ricevuto la merce pagata e dipendenti con mesi di stipendio arretrati, hanno assaltato un deposito del gruppo fallito in marzo. Rischiano una denuncia per furto, violazione di proprietà e danneggiamento

Sono arrivati in duecento con un centinaio di automezzi, hanno scassinato il magazzino di mobili e si sono portati via tutto, smontando perfino parti dell'edificio. Tecnicamente è stato un furto, seppur particolare. Il magazzino depredato è infatti un magazzino del gruppo Aiazzone, fallito mesi fa, e molti di coloro che l'hanno svuotato erano clienti che avevano pagato merce che non hanno mai ricevuto oppure dipendenti che hanno mesi di stipendi arretrati, che non riceveranno mai. L'assalto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri nel deposito di Pognano, in provincia di Bergamo, dove già da un mese si verificavano dei furti saltuari. Stavolta invece si sono mossi in massa.

A quanto si è capito le duecento persone (soprattutto immigrati che vivono nei paesi intorno ma anche qualche decina di bergamaschi) si sono date appuntamento alla stessa ora e sono arrivati sul posto con auto, furgoni, camioncini, anche qualche tir (alcuni di qualche noto corriere ma con il logo coperto da teli), hanno forzato la serratura e poi hanno cominciato a caricare tutto quello che hanno trovato.

La ressa ha fatto pensare a un improvviso rave party, qualcuno ha avvisato i carabinieri. Le cinque pattuglie arrivate sul posto hanno trovato il magazzino vuoto, con perfino pezzi di pavimento smontato e impianti elettrici portati via. I militari hanno dovuto lavorare fino alle 21 per identificare tutte le persone, che a questo punto potrebbero essere denunciate dal curatore fallimentare di Aiazzone per furto, violazione di proprietà e danneggiamento.

Leggi tutto