Il questore di Cremona: "Giocatori drogati a loro insaputa"

Giocatori drogati a loro insaputa
1' di lettura

Emergono i dettagli più inquietanti dello scandalo calcio scommesse. Alcuni calciatori sarebbero stati intossicati per farli giocare male. Uno di loro si era dimenticato di aver giocato la partita. IL VIDEO

Guarda anche:
Calcio scommesse, 16 arresti. C'è anche Beppe Signori
Chi è Beppe Signori, ex bomber con la passione del gioco
Calcio e scommesse: il pallone nel fango dagli anni '80

(in fondo al pezzo tutti gli aggiornamenti video)


Emergono alcuni dei dettagli più inquitanti dell'indagine sul calcio scommesse, che vede coinvolto l'ex giocatore di Lazio e Bologna Beppe Signori. Come racconta Antonio Bufano, questore di Cremona, l'indagine sarebbe partita da una denuncia della Cremonese, dopo che in un seguito a una partita alcuni suoi calciatori avrebbero scoperto di essere stati drogati. Cinque o sei giocatori risultavano intontiti e uno di loro neanche ricordava di aver giocato. Partendo da lì sarebbe emersi i contorni di un'organizzazione composta da calciatori, ex calciatori e titolari di agenzie di scommesse che mettevano in atto sistemi per truccare partite. A volte, spiega il questore, con il contributo di alcuni giocatori, che scomettevano, ma altre, anche mettendo a repentaglio la salute di alcuni calciatori.

Leggi tutto