"Vergogna!": Berlusconi contestato in tribunale. VIDEO

L'uomo che ha contestato il premier in aula, a Milano (Credits: Fotogramma)
1' di lettura

Un avvocato ha urlato alcune frasi ai supporter del premier, presente in aula a Milano per difendersi in uno dei processi che lo vede imputato. Il 7 maggio, al Palasharp, un altro uomo era stato allontanato e strattonato dopo aver interrotto il Cavaliere

Guarda anche:
Silvio Berlusconi a processo: tutte le foto
Caso Ruby: vai allo speciale
Sfida davanti al tribunale di Milano: FOTO

"Vergognatevi, buffoni!". E' questa una delle frasi che un contestatore ha urlato contro i sostenitori del premier  presenti in via Freguglia a Milano, vicino al tribunale dove lunedì 9 maggio Silvio Berlusconi era presente per l'udienza sul caso Mills.
L'uomo, subito allontanato dalle forze dell'ordine, si chiama Pietro Palau Giovannetti è avvocato ed è presidente dell'associazione Movimento per la Giustizia Robin Hood. "Sono stato identificato dalla polizia - ha detto ai giornalisti - strattonato, portato in un portone ma mi hanno lasciato libero perché non ho fatto nulla. E' chiaro che lo hanno fatto per impedirmi di parlare, in questo paese ormai non c'è più libertà di espressione". Giovannetti ha spiegato che con la sua associazione da oltre vent'anni "combatte la vera corruzione giudiziaria".

E un episodio simile si è verificato anche sabato 7 maggio durante la convention del premier a sostegno della candidatura del sindaco Letizia Moratti. In quella occasione Berlusconi è stato interrotto dalle urla di un uomo, un pensionato, che dalla platea lo ha accusato di non aver fatto nulla per risolvere i problemi dei pensionati.
Il 70enne è stato fischiato e poi portato fuori dalle forze dell'ordine. Una volta dietro il palco, però, l'uomo è stato strattonato ed è finito a terra tra calci e qualche pugno.


Guarda il video, una esclusiva de La 7:


Leggi tutto