Pedopornografia on line, quattro arresti

1' di lettura

Fermi a Firenze, Roma, Palermo e Perugia, sequestrati 25mila dvd, 310 pc e 600 hard disk, 257 persone identificate per aver diffuso video di violenze su minori: questi i numeri dell'operazione condotta dalla polizia postale di Udine

Pedofilia, l'inchiesta di Sky.it:
Io 14enne in chat: e spunta “l’amico” pedofilo
"I miei occhi vedono ma non guardano: così prendo il pedofilo"
Adescamento on line: tante vittime e nessun reato

LE INTERCETTAZIONI ESCLUSIVE :
- ADESCAMENTO ON LINE
- CONVERSAZIONI TRA PEDOFILI


Quattro persone arrestate - a Firenze, Roma, Palermo e Perugia - 257 identificate per aver diffuso materiale pedopornografico, 25mila dvd, 310 computer e 600 hard disk sequestrati. Sono questi i numeri di un'operazione contro la pedopornografia via Internet condotta dalla Polizia postale di Udine dopo una segnalazione pervenuta dalla polizia tedesca del Baden-Wuerttemberg.
Le indagini - iniziate nel dicembre 2009 - sono state condotte dal Nucleo di Udine, coordinato dall'Ispettore Romeo Tuliozzi, che è il Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia on-line della Polizia postale e si sono concluse in questi giorni.
Hanno coinvolto 85 uffici provinciali della Polizia postale che, complessivamente, hanno monitorato quasi 700 internauti con accessi a siti pedopornografici. "Poi abbiamo scremato diverse posizioni - ha spiegato Tuliozzi - quali quelle di coloro che si erano collegati solo una volta a questi siti oppure quelle di quanti si erano collegati in via del tutto casuale a siti pedopornografici e siamo arrivati ai 257 contatti poi sottoposti a stretta verifica". Quattordici di queste persone identificate - ha reso noto la Polizia postale di Udine - erano già state perquisite poco tempo prima per analoghi reati.
I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Sostituto procuratore della Repubblica di Udine, Lucia Baldovin.

Leggi tutto