Milano, ancora un blitz di Forza Nuova

1' di lettura

Dopo l’incursione dei giorni scorsi durante il confronto elettorale tra i candidati sindaci del capoluogo lombardo, alcuni militanti dell’estrema destra hanno fatto irruzione durante una commemorazione organizzata dalla sinistra

Guarda anche:
Milano, blitz di Forza Nuova durante un confronto elettorale
Non solo Moratti-Pisapia, a Milano sfida tra Pd e Pdl
Milano: Moratti-Pisapia, sfida a colpi di parole

Tensione a Milano dopo una manifestazione di Forza Nuova che si è svolta la sera del 29 aprile in via Guicciardini a Milano mentre all'interno dello spazio della Provincia era in corso la commemorazione organizzata dall'Anpi di uno studente Gaetano Amoroso assassinato nel 1976. Il gruppo di circa 50 giovani si è avvicinato alla sede con fumogeni e striscioni, tenuto a distanza dalle forze dell'ordine. Una dozzina di giovani, per il momento, sono stati fermati e condotti in Questura per controlli.
Di "gravissima aggressione di qualche decina di giovani neofascisti armati di spranghe" parla il parlamentare del Pd Emanuele Fiano. "A un certo punto circa 50 ragazzi  hanno tentato di dare l'assalto alla sala e per diversi minuti le forze di polizia non sono intervenute - denuncia il deputato  -. Si tratta dell'ennesimo fatto gravissimo, dopo la distruzione di due gazebo del candidato Pisapia e di tutto questo chiederemo conto con un'interrogazione urgente al ministro Maroni e al prefetto e al questore di Milano".
Proprio nei giorni passati, infatti, erano stati distrutti due gazebo del candidato sindaco del centrosinistra a Milano, Giuliano Pisapia, in piazza Santa Maria del Suffragio e in piazza  Argentina. I vandali avevano squarciato il telone delle pagode allestite, portando  via il materiale.

Il 19 aprile scorso, invece, alcuni militanti di Forza Nuova avevano contestato i tre principali candidati a sindaco di Milano, interrompendo il dibattito al teatro del Pime.
Ma nelle ultime settimane sono state diverse le polemiche su questo tema. Tra le più clamorose, quelle legate a una manifestazione svoltasi a Milano, il 17 marzo in occasione delle celebrazioni per l’Unità d’Italia, a Piazza della Scala. Durante l’inno di Mameli  svettava il labaro della Flottiglia Decima Mas.
I rappresentanti dell'unità speciale avevano partecipato con la loro insegna al convegno organizzato dal consigliere comunale del Pdl, Stefano Di Martino, sul tema "150esimo dell'Unità d'Italia dal Risorgimento alle Missioni di pace". All'incontro, erano presenti il sindaco, Letizia Moratti, e il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. Proprio la presenza del primo cittadino di Milano e del ministro aveva scatenato dure reazioni del centrosinistra che parlò di una grave ferita provocata alla città a poche settimane dalla ricorrenza del 25 aprile.
Proteste arrivarono anche dall'Anpi, l'associazione nazionale partigiani.

Leggi tutto