Arrestato il capo della Sacra corona unita

Francesco Campana
1' di lettura

Dopo oltre due anni di indagini le forze dell'ordine hanno fatto irruzione nel rifugio di Francesco Campana, 38 anni, ritenuto l'attuale boss dell'organizzazione criminale pugliese. Deve scontare una pena di nove anni. IL VIDEO

Francesco Campana, 38 anni ritenuto l'attuale capo della Sacra corona unita,  è stato arrestato stamattina dalla polizia in un'abitazione di Oria. La 'primula rossa' della mafia brindisina deve scontare una condanna esecutiva a nove anni per associazione mafiosa. Aveva assunto le redini dell'organizzazione dai capi storici, Giuseppe Rogoli e Salvatore Buccarella.
Ad individuare l'abitazione in cui dormiva sono stati gli agenti della Squadra mobile della questura al culmine di indagini avviate un paio di anni fa e che hanno accertato che Campana non si era mai allontanato dalla zona di influenza della Sacra corona unita. Campana, a quando si è appreso, si spostava comunque in continuazione per evitare di essere individuato e numerosi sarebbero stati gli episodi in cui polizia e carabinieri sono stati a un passo per intercettarlo.

Latitante dal 2010 - Francesco Campana di Mesagne, già sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo
di soggiorno, era latitante dal maggio 2010 quando si era sottratto  all'esecuzione di un provvedimento di condanna definitivo alla pena di anni 9 per i reati di associazione a
delinquere di stampo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti.  L'uomo è ritenuto personaggio di maggiore caratura all'interno della consorteria criminale locale ed alla
cattura si è giunti al termine di una intensa attività investigativa, coordinata dalla DDA di Lecce.
Con l'arresto di Campana, che fa seguito all'operazione "last minute" dello scorso 28 dicembre, con la quale furono arrestati 18 fra capi e promotori della Sacra Corona Unita, si ritiene di aver inflitto un durissimo colpo alla criminalità organizzata locale. Dopo
le formalità di rito Campana è stato trasferito presso la casa circondariale di Lecce.

Il video dell'arresto:

Leggi tutto