Processo breve, io aquilana "sono molto preoccupata"

1' di lettura

Antonietta Centofanti, presidente del comitato familiari delle vittime della Casa dello Studente a L’Aquila, spiega ai microfoni di SkyTG24 perché questa norma rischia di negare la giustizia. VIDEO

Guarda anche:
Giustizia, ecco la riforma
Primo giorno di scontro alla Camera: tutti i video
La protesta contro il processo breve: FOTO

(In fondo all'articolo tutti i video sulla riforma)


“Noi siamo molto preoccupati”. A parlare è Antonietta Centofanti, presidente del comitato familiari delle vittime della Casa dello Studente a L’Aquila, che accoglieva i giovani vincitori della borsa di studio dell'Università abruzzese, uno dei filoni simbolo della maxi inchiesta sul terremoto che nel 2009 devastò il capoluogo abruzzese.
Il procedimento sulla strage, infatti, potrebbe subire gli effetti dell’approvazione del disegno di legge sulla prescrizione breve che, dopo aver ricevuto il via libera della Camera mercoledì 13 aprile, ora torna al Senato per la terza lettura. Questo il timore dei familiari dei giovani che quella notte hanno perso la vita. Un timore, questo, condiviso anche dal comitato per la strage di Viareggio. (Leggi quali potrebbero essere le sentenze a rischio).

“Undici imputati, perizie e controperizie. Ci potrebbero anche essere errori in comunicazioni giudiziarie. E’ questo quello che può accadere quando si parla di processi così complicati" dice ai microfoni di SkyTG24 Antonietta Centofanti. Rallentamenti procedurali che potrebbero così far scattare la prescrizione.
Cuore del provvedimento approvato alla Camera il 13 aprile è infatti l'articolo 3. Si tratta di una norma che di fatto riduce i tempi della prescrizione per gli incensurati non ancora condannati con sentenza di primo grado.
E nel caso del processo per la Casa dello Studente, tutti gli imputati sono incensurati.

"Insomma - continua la portavoce del Comitato - siamo veramente preoccupati. E siamo preoccupati anche dalle affermazioni del ministro Alfano, il quale dice questa norma andrà ad incidere soltanto su meno dell’1% dei processi in corso. E allora, ci chiediamo, per quale motivo è stato fatto tutto questo can can. Perché si è bloccato il Parlamento su questa quisquiglia?".

Casa dello Studente - L'udienza preliminare relativa la crollo della Casa dello Studente è stata rinviata al 5 novembre prossimo. I capi di imputazione per gli indagati sono omicidio colposo e disastro colposo, reati puniti dal Codice con una pena fino a 10 anni.

Leggi tutto