Palermo, blitz nel supermercato della droga: 22 arresti

1' di lettura

Il traffico al quartiere Zen era così intenso che nella stessa via potevano essere presenti più spacciatori. Coinvolti anche tre minorenni. I pm: collegamenti con Cosa Nostra

Una vera e propria centrale della droga in uno dei quartieri più critici della città.
Ventidue persone sono state arrestate la notte di mercoledì 13 aprile a Palermo dai carabinieri in un'operazione contro lo spaccio in una delle zone periferiche del capoluogo siciliano, lo Zen. Coinvolti anche tre minorenni.

Oltre 200 i militari del Comando provinciale sono rimasti impegnati per ore con il supporto di unità cinofile e di un elicottero.
L'indagine del Nucleo Operativo della Compagnia di San Lorenzo ha monitorato per un anno quello che viene definito un "supermercato della droga" allo Zen (Zona espansione nord), grazie all'impiego di telecamere per eludere così le vedette che, sia a piedi sia a bordo di scooter, controllano il quartiere e avvertono gli spacciatori dell'arrivo delle forze dell'ordine.

Un traffico così intenso da permettere in molti casi la presenza in contemporanea di più spacciatori nella stessa via.
Ogni pusher poteva arrivare sino a 40 clienti al giorno, per un giro d'affari quotidiano di 1.600 euro.
Dalle indagini, coordinate dal pm Maurizio Bonaccorso, sono tra l'altro emersi collegamenti con personaggi legati a Cosa nostra che controllano lo spaccio nel popoloso quartiere alla periferia di Palermo.

Leggi tutto