Berlusconi: "Sarò proprietario di una casa a Lampedusa"

1' di lettura

Il premier è tornano sul giallo di Villa Due Palme: “Ho firmato un documento, ma poi è risultato che la proprietà era del Demanio”. Ma assicura: “Manterrò la promessa”. IL VIDEO

Guarda anche:
Berlusconi e il giallo della villa a Lampedusa
Il Foglio: "Ecco le carte"
Le FOTO di Villa Due Palme

Giallo o non giallo? "Nessuna incertezza. Sarò presto proprietario di una casa a Lampedusa". Lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso della conferenza stampa tenuta sull’isola spiegando che potrebbero essere risolte le questioni con il demanio relative a Villa Due Palme. "Se questo non dovesse accadere ci sarà certamente la possibilità di acquistare un'altra casa a Lampedusa".  

Anche in mattinata, intervenendo al convegno dei cofondatori del Pdl , il premier aveva spiegato: "Alla mia bella età non ho mai disonorato una promessa, anche se la sinistra dice il contrario. La casa a Lampedusa l'ho acquistata, ho firmato un documento, ma poi è risultato che la proprietà di quella casa era demaniale". E, in effetti, era stato lo stesso Berlusconi a dichiarare qualche giorno che non avrebbe potuto più comprare Villa Due Palme proprio perché si era scoperto che sorgeva su un territorio del Demanio. Ma poi, i documenti pubblicati dal quotidiano Il Foglio con la promessa d'acquisto, e le parole dell'avvocato Ghedini ("A breve il rogito"), avevano fatto intendere un cambio di rotta. Ora il premier sembrerebbe di nuovo certo di poter perfezionare l'acquisto.

Guarda il video:

Leggi tutto