Lampedusa, nuovi sbarchi accolgono il premier

Nuovi sbarchi a Lampedusa
1' di lettura

Nel giorno in cui Silvio Berlusconi torna sull'isola per fare il punto sull'emergenza immigrazione, continuano ad arrivare i barconi carichi di migranti. Proseguono, intanto, i trasferimenti. VIDEO E FOTO

Guarda anche:
Migranti, la Germania attacca: "I permessi violano Shengen"
Lo speciale Mediterraneo di Sky.it
L'album fotografico: tutti gli scatti sull'emergenza
I MIGRANTI IN SALVO: LE FOTO

(in fondo tutti i video sull'emergenza sbarchi)

Nel giorno della visita del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, e nonostante le
rassicurazioni del premier, sono continuati gli sbarchi di immigrati provenienti dal nord Africa.
nella tarda mattinata di sabato 9 aprile è approdato al molo commerciale del porto lampedusano un barcone di una ventina di metri con a bordo 244 persone. Tra loro una ventina di donne e alcuni bambini. Gli extracomunitari, tutti di origine subsahariana, hanno raccontato di essere partiti dalla Libia. Dopo essere stati assistiti sulla banchina, i migranti
sono stati trasferiti all'ex base Loran, e già domenica saranno trasferiti nei diversi centri d'accoglienza della penisola.
Nel pomeriggio, un altro natante è arrivato al molo Favaloro scortato da una motovedetta della Guardia costiera. A bordo dell'imbarcazione c'erano 66 tunisini portati al centro d'accoglienza di contrada Imbriacola. Poco dopo è stata la volta di una piccola "carretta" del mare con una ventina di immigrati.
Sul fronte degli avvistamenti, invece, un natante è stato segnalato nel Canale di Sicilia dal servizio di pattugliamento aereo.

Intanto sono stati trasferiti tutti i 535 immigrati, tra i quali molte donne e molti bambini, giunti venerdì 8 aprile a bordo di un vecchio motopesca. I rifugiati sono stati trasferiti via nave in Sicilia, e via aereo in Puglia.
All'ondata di sbarchi, favoriti in queste ore dalle condizioni particolarmente calme del mare, non si è sottratta neanche Pantelleria. Sabato 9 aprile sono arrivati altri 120 extracomunitari. Lo scafista che ha traghettato gli immigrati, tutti di origine tunisina,
attraverso il Canale di Sicilia è stato arrestato dalla Capitaneria di porto.


Leggi tutto