Mediatrade e Ruby, niente show. Berlusconi non sarà in Aula

1' di lettura

Inizia una settimana delicata sul fronte giudiziario per il presidente del Consiglio. Lunedì riprende il processo sui diritti tv, mentre mercoledì è il giorno dell'udienza sui festini di Arcore. Ma, questa volta, nessun predellino davanti al Tribunale

Guarda anche:
Show di Berlusconi al processo Mediatrade
Caso Ruby: vai allo speciale
Il premier e i processi: sfoglia l'album fotografico

Entrano nel vivo al Palazzo di Giustizia di Milano i preparativi per quello che alcuni definiscono il “processo dell'anno” e cioè quello in cui Silvio Berlusconi è imputato di concussione e prostituzione minorile per il caso Ruby e che si aprirà mercoledì prossimo, il 6 aprile, davanti ai giudici, tutte donne, della quarta sezione penale. La previsione: un'udienza lampo, con un secco rinvio.

Già dalla giornata di sabato sono iniziati i lavori per allestire l'aula della prima Corte d'Assise d' Appello, la più grande del Tribunale e in passato teatro dei maxi processi alla criminalità organizzata e alle Brigate Rosse  e ora scelta per ospitare il procedimento a carico del premier: infatti sono attesi, oltre a un gran numero di giornalisti provenienti da tutto il mondo, molti curiosi e una nutrita schiera di supporter del presidente del Consiglio, i “fiocchi azzurri" come sono stati soprannominati, che già le scorse settimane si sono presentati al processo Mills e, fuori dal “palazzaccio”, all'udienza preliminare Mediatrade. Molte, si sa, le persone, semplici cittadini, che faranno registrare il tutto esaurito tra il pubblico perché convinte di vedere Ruby - che non verrà - o qualche altra soubrette o modella, se non addirittura George Clooney, l'attore americano citato dalla difesa come testimone ma che,a quanto pare, ha già declinato l'invito.

Ma non c’è solo il processo Ruby. Quella che sta per iniziare sarà una settimana densa di impegni per il premier. Lunedì riprenderà a Milano anche il processo Mediatrade. Silvio Berlusconi non sarà però in aula per l'udienza preliminare perché impegnato a Tunisi per la difficile trattativa con il governo locale per risolvere l'emergenza immigrati. Il premier, in ogni caso, non solleverà alcun istanza di legittimo impedimento. Il presidente del Consiglio nel processo Mediatrade è imputato per frode fiscale e appropriazione indebita.

Guarda tutti i video sul caso Ruby:

Leggi tutto