Ruby, nuove carte dei pm: altre 10 ragazze ad Arcore

1' di lettura

In attesa del processo che si aprirà il 6 aprile e che vede il premier Silvio Berlusconi imputato per prostituzione minorile e concussione, dall’analisi dei tabulati telefonici escono nuovi nomi. E si aggiungono ai 33 già individuati dai magistrati

Guarda anche:
Caso Ruby: vai allo speciale
Il premier e i processi: sfoglia l'album fotografico
Ecco chi esce dal cilindro del mago Ghedini per difendere Berlusconi, le foto

Nuove carte dei pm e nuove ospiti alle cene di Arcore. Una decina di nuove ragazze rispetto alle 33 indicate nella lista dei testimoni della Procura sarebbe stata ospite di Silvio Berlusconi a Villa San Martino. La novità emerge dagli atti depositati dai pm milanesi che indagano sul caso Ruby in vista del processo a carico del premier (imputato per concussione e prostituzione minorile), che si aprirà mercoledì prossimo a Milano. A quanto si è appreso, dalle analisi delle celle telefoniche sarebbero state individuate altre giovani che lo scorso anno avrebbero frequentato la residenza del presidente del Consiglio e che si aggiungono alle 33, Ruby compresa, già individuate dagli inquirenti. Tra le nuove carte depositate alla difesa, ce ne sono alcune che riguardano un approfondimento sul concorso di bellezza a Taormina del settembre 2009, ritenuto “importante”.
Secondo la Procura, dopo quel concorso sarebbe iniziata l'induzione e il favoreggiamento della prostituzione della giovane marocchina, che ora è parte offesa.

Intanto si è svolto un sopralluogo nell'aula al primo piano del Palazzo di Giustizia per valutare le condizioni di sicurezza in vista dell'inizio del processo. Nell'aula destinata a ospitare le udienze presenti, tra gli altri, il Presidente del Tribunale, Livia Pomodoro, il Procuratore capo Edmondo Bruti Liberati, il Comandante Provinciale dei carabinieri di Milano, Sergio Pascali. Obiettivo dell’incontro verificare se ci siano tutte le condizioni perché il processo si svolga in sicurezza e assicurando le migliori condizioni di lavoro anche ai numerosi cronisti in arrivo da tutto il mondo per assistere all’evento giudiziario.

Guarda tutti i video sul caso Ruby:

Leggi tutto