Bus, metro e treni fermi: il venerdì nero dei trasporti

1' di lettura

Mobilitazione nazionale di 24 ore. L'agitazione, indetta dai sindacati per il mancato rinnovo del contratto e i tagli alla mobilità, sta creando disagi in diverse città. Guarda tutte le informazioni

Sciopero dei trasporti: disagi e traffico in tilt. Le foto

E' in corso uno sciopero nazionale dei trasporti, indetto dalle maggiori sigle sindacali contro i tagli ai mezzi pubblici locali e il mancato rinnovo del contratto della mobilità. Nel settore ferroviario lo sciopero di 24 ore è iniziato alle 21 di giovedì 31 marzo. Niente treni dunque (ad eccezione di quelli garantiti), ma anche niente tram, bus e metro a causa dell'agitazione in corso, con modalità differenti da città in città.
Tanti i disagi che si registrano. A Milano, ad esempio, sono chiuse le tre linee della metropolitana.

Sciopero dei treni - Dalle 21 di giovedì 31 marzo è iniziato lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto ferroviario indetto nell'ambito della vertenza per il nuovo contratto collettivo nazionale della Mobilità. Durante lo sciopero circolano si legge in una nota delle Ferrovie dello Stato, il 73% degli oltre 520 treni a lunga percorrenza previsti in orario e viaggiano i treni regionali necessari a garantire la mobilità nelle fasce di maggiore domanda, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 di venerdì primo aprile. Cancellazioni di corse e limitazioni di percorrenza sono tuttavia possibili anche dopo il termine dello sciopero.
Informazioni sullo sciopero possono essere trovate sul sito delle Ferrovie dello Stato, al numero verde gratuito 800 892021, attivo fino alle 9 del 2 aprile, alle biglietterie e negli uffici di assistenza delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggio convenzionate con Trenitalia, consultando il notiziario web, Fs News e ascoltando la web radio del Gruppo FS: FS News Radio. Durante lo sciopero, dal quale è escluso il personale di Trenitalia della Sardegna, è assicurato il collegamento tra la Capitale e l'aeroporto internazionale di Fiumicino con il servizio Leonardo Express o con pullman sostitutivi.

Lo sciopero del trasporto locale - Nella giornata di venerdì 1 aprile lo sciopero riguarda anche il trasporto locale. Ad incrociare le braccia il personale  di bus, metro e tram, dei trasporti dei laghi e lagunari e delle ferrovie secondarie. Queste le modalità delle principali città:

Roma - Venerdì 1 aprile la mobilitazione di 24 ore del Trasporto pubblico locale (Tpl) mette a rischio il servizio di bus, tram, metropolitane e ferrovie (Roma Lido, Termini Giardinetti e Roma Civita-Castellana Viterbo) anche a Roma.
L'agitazione riguarda la fascia dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 al termine del servizio, fatta salva la fascia di garanzia dalle 17 alle 20.
Maggiori info sul sito dell'Agenzia del trasporto autoferrotranviario del Comune di Roma (Atac).

Milano - Nel capoluogo lombardo l'astensione dal lavoro è stata proclamata a livello nazionale da Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Uilt, Orsa, Faisa Cisal, Ugle e Fast Ferrovie. A Milano lo sciopero è dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Corse garantite, invece, dal mattino alle 8,45 e dalle 15 alle 18. Sul sito dell'Azienda dei trasporti milanese (Atm) gli aggiornamenti in tempo reale.
Per tutta la giornata, dalle 9:00 alle 24:00, il comune ha deciso di sospendere l'Ecopass e di liberalizzare i turni dei taxi.

Torino - Venerdì 1 aprile lo sciopero nazionale interessa i mezzi urbani, la metropolitana e il servizio ferroviario. I mezzi urbani e suburbani viaggiano dalle 8 alle 9 e dalle 12 alle 15. Tutti gli aggiornamenti sul sito del gruppo Torinese Trasporti (GTT).


Venezia-Mestre- Mezzi fermi dalle 9 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio;

Genova - Mezzi pubblici fermi dalle 9,30 alle 17 e dalle 21 a termine servizio;

Bari - Stop al trasporto pubblico dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 a fine servizio;

Palermo - Il capoluogo siciliano si ferma dalle 8,30 alle 17,30;

Cagliari - Mezzi fermi dalle 9.30 alle 12.45, dalle 14.45 alle 18.30 e dalle 20 alla fine del servizio.

Leggi tutto