Delitto dell'Olgiata, vent'anni dopo fermato il domestico

1' di lettura

Ad inchiodare Winston Manuel, il filippino che faceva parte del personale di servizio della contessa Alberica Filo della Torre, sarebbe stato il Dna maschile isolato dagli esperti della procura dopo la riapertura del fascicolo

Guarda anche:
Cold case all'italiana, se la giustizia è in differita

Winston Manuel, domestico filippino, di 41 anni, è stato fermato per l'omicidio della contessa Alberica Filo della Torre avvenuto il 10 luglio 1991 nella sua villa dell'Olgiata. L'indagato è stato sottoposto al fermo di procura nel quadro degli accertamenti del procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e del sostituto Francesca Loy, in collaborazione con i carabinieri del Reparto Operativo e del Ris.

Ad inchiodare Winston Manuel, per lungo tempo indagato per omicidio volontario assieme a Roberto Iacono, sarebbe il risultato di un Dna maschile isolato dagli esperti della procura dopo la riapertura del fascicolo e ritenuto compatibile con quello del filippino che, all'epoca, faceva parte del personale di servizio della villa della contessa assassinata.
A determinare il fermo è stato il pericolo di fuga del filippino. La procura dovrà ora chiedere la convalida del fermo. I particolari della vicenda saranno illustrati mercoledì 30 marzo nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11 in procura a Roma.

Guarda anche:
Il mistero dell'Olgiata su History Channel

Leggi tutto