Finta terremotata a Forum: "L'Aquila è tutta ricostruita"

Marina Villa, la "finta terremotata" aquilana, nel corso della trasmissione Forum
1' di lettura

E' bufera sulla trasmissione di Rete 4: una donna abruzzese ha partecipato al programma, a pagamento, e ha recitato un copione in cui ringraziava il governo. "Gli sfollati stanno in hotel perché gli fa comodo". Polemiche sul web

di Giulia Floris
Terremoto in Abruzzo, lo speciale di Sky.it
L'Aquila, dal terremoto alle proteste. Tutte le foto

(Guarda nel video in alto un estratto della trasmissione)

Bufera sulla trasmissione di Rete 4 'Forum' dopo che una finta cittadina aquilana ha partecipato al programma per vantare, a pagamento, le meraviglie dell’Aquila ricostruita. La finta terremotata, Marina Villa, originaria di Popoli, un paesino abruzzese, è stata pagata come figurante per 300 euro e, nel corso della puntata, come da copione, ha ringraziato il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, per il lavoro fatto all'Aquila. La donna ha detto, tra le altre cose, che nel capoluogo abbruzzese "tutte le attività commerciali hanno riaperto" e che la città "è in piena ricostruzione e sta tornando come prima", mentre per quanto riguarda gli sfollati assistiti: "sono rimasti fuori solo trecento, quattrocento persone: stanno in hotel perché gli fa pure comodo, mangiano, bevono e non pagano nulla, pure io ci vorrei andare".

La trasmissione ha scatenato un’ondata di proteste, anche nei social network. Tanti i commenti indignati al video della puntata pubblicato su Youtube: "Una vergogna che si allinea alle centinaia di bugie che questi mascalzoni del governo raccontano per coprire le malefatte e l'incapacità dimostrata", scrive un utente che si firma lordhemingway. "Lo sanno tutti da anni che è tutto finto, non è certo questo il problema! Il problema è fare politica calpestando la dignità dei terremotati!”, scrive invece Diegobanjo, mentre un altro utente invita a mandare una mail di protesta a forum.

Migliaia le condivisioni del video anche su Facebook e sono decine i commenti sulla pagina del gruppo 'Siamo tutti aquilani'"Che schifo...ma come si fa a dire certe cose??? ma dico io si può giocare sulle disgrazie degli altri????", scrive Roberta D., mentre Piergiovanni S. commenta: "Immaginavo che a "forum" fosse tutto falso......ma ora stanno esagerando.....ara sono anche SCIACALLI!!!!".  "Rete 4, 14.05, è previsto che vada in onda Forum. Ma dev'esserci un errore, non devono aver aggiornato i palinsesti. Dopo una roba del genere non avranno il coraggio di trasmetterlo, no?”, commenta ironicamente Alfredo R. sul social network.

Anche su twitter sono tante le segnalazioni della trasmissione: "Indignazione per la puntata di Forum con "falsa" coppia aquilana" viene espressa con un tweet da abruzzopedia, mentre un utente il cui nick name è Miaotze scrive, il giorno in cui la puntata è andata in onda : "gli dicono dalla regia che stamattina a "Forum" c'è stata la beatificazione di San Silvio, ristrutturatore de L'aquila in tempi record".

E l'assessore alle Politiche Sociali dell'Aquila, Stefania Pezzopane, interviene sulla vicenda. "A distanza di due anni dal terremoto, una televisione di Stato, visto che rientra nelle proprietà del Presidente del Consiglio, si permette di trasmettere uno spot contro L'Aquila attraverso una devastante rappresentazione di una tragedia" afferma in una nota. "I protagonisti - aggiunge - non erano aquilani e la loro storia non è mai esistita, ma soprattutto è inaccettabile che partendo da una storia non vera si sia voluto fare uno spot che falsifica la situazione in cui versa la popolazione". "C'è un solo modo per risarcire gli aquilani" dopo questa messa in scena: "venga Rita dalla Chiesa all'Aquila a vedere come vive la gente in quelle case e negli alberghi e a vedere anche come muore la gente, come si ammala e nonostante tutto come resiste".

Raggiunta da Repubblica la protagonista della puntata si è difesa: “Ma che vogliono questi aquilani? Ma lo sanno tutti che è una trasmissione finta. Io non c’entro nulla. Ho chiesto di partecipare alla trasmissione e quando gli autori hanno saputo che ero abruzzese, mi hanno chiesto di interpretare quel ruolo”.

Leggi tutto