Lampedusa, Boldrini (Onu) : "Non c'è emergenza immigrazione"

Sbarchi a Lampedusa, parla Laura Boldrini (Shoot4change www.shoot4change.net)
1' di lettura

Per l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) la situazione sull'isola siciliana è gestibile: "L'unico flusso migratorio arriva dalla Tunisia ed è contenuto nei numeri". Ma la Lega con Borghezio: "Saccente". VIDEO E FOTO

Guarda anche:
SPECIALE MEDITERRANEO
Lo speciale sull'emergenza immigrazione
Gli immigrati e l'Italia: tutte le foto
Gli sbarchi a Lampedusa e quella "calma apparente"
Libia: i ribelli chiedono l'intervento dell'Onu

(in fondo al pezzo tutti i video sull'emergenza sbarchi)

"Il numero degli arrivi a Lampedusa non è così sproporzionato; parliamo finora di soli 6.500 profughi. E' una situazione assolutamente gestibile". E' quanto dichiarato dal portavoce dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr), Laura Boldrini, durante la trasmissione odierna di "Formato Famiglia", in onda su TV2000, dedicata all'immigrazione.

"Sarebbe auspicabile - ha aggiunto - abbassare i toni rispetto a quella che viene definita 'emergenza immigrati'. L'unico flusso migratorio arriva dalla Tunisia ed è contenuto nei numeri. Intendo rassicurare tutti perché ad oggi l'ondata migratoria non può preoccupare un Paese come l'Italia. 6.500 persone non sono un'emergenza, tutto è organizzato, strutturato e assolutamente gestibile". "L'Italia - ha concluso Boldrini - ha mezzi ed esperienza per accogliere dignitosamente un numero anche maggiore di immigrati. Rispetto al 'Piano Maroni' credo sia giusto prepararsi, ma non bisogna considerare, se accadrà, lo sbarco come una sorta d'invasione".

Nel corso della trasmissione è intervenuto anche il parroco di Lampedusa, padre Stefano Nastasi, secondo cui "i lampedusani accolgono da sempre gli immigrati. Lamento - ha detto ancora il sacerdote - che in questa occasione le istituzioni siano state finora totalmente assenti". Nei giorni scorsi anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aveva invitato a non fare allarmismi sull'immigrazione.

Durante il suo intervento a KlausCondicio , l’europarlamentare leghista Mario Borghezio poco prima dell'intervento di Laura Boldrini, aveva parlato di finanziamenti agli organismi umanitari che stanno operando a Lampedusa e di presunti sprechi: "E' necessario un grosso intervento di trasparenza e pulizia per gli organismi umanitari come la Caritas e l'Alto commissariato delle Nazione Unite per i rifugiati (Unhcr). Non sappiamo come spendono i soldi né come questo denaro venga gestito e qual è il rapporto tra quello che arriva ai poveri e le spese generali, come gli alberghi a cinque stelle, né dove vadano a finire". "Spesso – continua Borghezio - sentiamo da esponenti di questi organismi come Laura Boldrini, dichiarazioni anche saccenti su quello che gli altri devono fare; ma non ho mai sentito da queste persone neanche una parola di elogio sullo straordinario lavoro fatto dalle nostre autorità, soprattutto dai nostri carabinieri e poliziotti a Lampedusa. Della Caritas ho la stessa opinione di altre organizzazioni che raccolgono soldi, non si riesce mai a capire dove siano i bilanci. Anche a Torino, la mia città, ce ne è una che, guarda caso ,non raccoglie appositamente i fondi pubblici, forse per non essere controllata".

Leggi tutto