Reggio Calabria, frana travolge un'auto: una vittima

L'auto travolta da una frana con dentro un uomo che è morto in località Pettogallico oggi 1 marzo 2011
1' di lettura

Un uomo ha perso la vita nella a Villa San Giuseppe, provincia del capoluogo. Nella zona piove da ore, si registrano smottamenti e allagamenti. Sono 409 i comuni calabresi a rischio frane

GUARDA LE PREVISIONI METEO
ITALIA, 10 ANNI DI FANGO: GUARDA LA GALLERY

Il dissesto idrogeologico torna a far vittime in Calabria (Guarda il video choc della frana di un anno fa). Una frana, a Villa San Giuseppe nella zona di Pettogallico, periferia di Reggio Calabria, ha travolto un'autovettura provocando così la morte del conducente.
Antonino Scopelliti, pensionato di 69 anni, mentre viaggiava a bordo della sua auto in una zona periferica della città, è stato travolto e trascinato da una colata di acqua e fango a valle fin quasi al letto di un torrente ingrossato dalle precipitazioni. Ci sono volute alcune ore di lavoro dei vigili del fuoco per estrarre il corpo dell'uomo dalle lamiere della vettura.

Frane e allagamenti sono inoltre segnalati a Reggio Calabria e in varie zone della provincia. Isolata, sempre a Reggio, per una frana la frazione di Sambatello. Altre frane vengono segnalate a Pellaro nella zona Amendolea. E' esondato il torrente Budello a Gioia Tauro. Pioggia intensa anche sulla provincia di Cosenza, mentre nel catanzarese la zona più colpita è la fascia costiera ionica dove ci sono stati alcuni allagamenti.

Pericolo frane in 409 comuni - Secondo il rapporto Ecosistema Rischio 2010 presentato  nell'ambito della campagna Operazione Fiumi di Legambiente e Protezione civile, il rischio frane e alluvioni in Calabria riguarda il 100% dei Comuni, che sono 409. Il 42% presenta addirittura interi quartieri in zone a rischio, mentre il 55% ha edificato in tali aree strutture e fabbricati industriali con pregiudizio non solo per l'incolumità dei dipendenti ma anche per eventuali sversamenti di prodotti inquinanti nelle acque e nei terreni. E ancora: nel 26% dei comuni sono presenti, in zone a rischio, anche strutture sensibili, come scuole e ospedali.

185 mila persone a rischio- Complessivamente, tra abitazioni, strutture industriali e strutture sensibili si può stimare che, secondo i dati del Ministero dell'Ambiente e dell'Upi, siano quotidianamente esposte a rischio frana e alluvione almeno 185 mila persone.

Azioni sul territorio - Ancora molto bassa, secondo lo studio di Legambiente e Protezione civile, la percentuale (poco più di 1 su 10) degli enti locali che hanno adottato provvedimenti per la mitigazione del rischio idrogeologico.

La Calabria è al secondo posto per abusivismo edilizio - Nella cartina dell'abusivismo italiano, inoltre, il secondo posto - dopo la Campania - lo occupa proprio la Calabria con 900 infrazioni, 923 persone denunciate e 319 sequestri, secondo l'ultimo monitoraggio Legambiente.

Leggi tutto