Sgarbi contro Wikipedia: "Su di me dice cose non vere"

1' di lettura

Il critico d'arte chiede una rettifica all'enciclopedia online modificabile da tutti gli utenti. E minaccia il sequestro del sito per le "frasi offensive e diffamatorie che non rispettano il diritto di cronaca"

Vittorio Sgarbi versus Wikipedia. L'enciclopedia collaborativa è stata diffidata perché elimini dal suo sito "frasi offensive e diffamatorie che non rispettano il diritto di cronaca". Di che si tratti lo spiega lo stesso Sgarbi dicendo che "il sito riferisce, in ordine all'omicidio del sacerdote don Puglisi, di una mia responsabilità per diffamazione contro il pm Caselli, rimasta non perseguita perché la Cassazione mi avrebbe applicato la prescrizione".
Ma "Wikipedia, per lo meno sul mio conto, dice cose non vere", puntualizza il critico d'arte e polemista politico: "Se non rettifica immediatamente la falsa notizia - annuncia - chiederò, tramite il mio legale avv. Giampaolo Cicconi, il quale mi ha fatto leggere la sentenza di Cassazione, il sequestro preventivo del sito, riportandomi alla sentenza della Quinta sezione penale della Cassazione n. 7155, depositata giovedì scorso 24 febbraio 2011, che ha riconosciuto la legittimità del sequestro di un articolo pubblicato sul blog di un sito internet".

Leggi tutto