International Space Station, ultima frontiera

Il Cargo europeo ATV decolla verso la ISS. La foto è stata scattata da Paolo Nespoli a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (foto ESA)
1' di lettura

Nonostante il prossimo pensionamento degli Shuttle, le attività sulla stazione spaziale fremono. In previsione una foto storica con la stazione "full operational" e almeno sei anni di esperimenti. L'Italia è in prima linea nelle prossime spedizioni

Guarda anche:
Le foto dallo Spazio di Paolo Nespoli
Twitter chiama Terra, Nespoli cinquetta dallo Spazio

di Marcello Barisione

Shuttle in pensione a fine giugno. E poi? Il futuro appare complesso ma i viaggi da e verso la stazione spaziale (la cui attività continuerà fino al 2020) proseguiranno con i lanci delle Soyuz sovietiche e con i vari moduli di trasporto varati in questi anni per consentire anche senza Shuttle la sopravvivenza degli equipaggi in orbita. Proprio dalle selezioni dei nuovi equipaggi per la ISS (International Space Station) arrivano ottime notizie per l'Italia: con Paolo Nespoli a bordo della ISS e Vittori quasi pronto al decollo sono stati assegnati gli equipaggi per le Expedition verso la ISS del 2013 e 2014 che raggiungeranno lo Spazio grazie alla Capsula russa Soyuz. E’ infatti confermata l’assegnazione dell’Italiano Luca Parmitano come ingegnere di volo delle Expedition 36 e 37. Resterà quindi sei mesi in orbita per l’ESA nel 2013. Luca fa parte dei sei giovani Europei selezionati e promossi ad astronauti effettivi e fra i quali è presente anche Samantha Cristoforetti.

Intanto durante la ormai prossima missione del Discovery, la NASA cercherà di far eseguire una delle operazioni più spettacolari e da sempre sperata da tutti gli appassionati mondiali. Facendo salire sulla Soyuz TMA-01M ancora attraccata alla Stazione Spaziale i tre membri dell’equipaggio i tecnici ordineranno un distacco programmato della capsula per permettere un sorvolo della ISS con fotografie e video della Stazione in configurazione full-operational, vale a dire con tutti i veicoli attraccati. Sarà inoltre la prima volta che verrà fotografato uno Shuttle ormeggiato alla Stazione, ma ci saranno anche la Soyuz di riserva, la Progress, l’ATV europeo e l’HTV giapponese. Si tratterebbe di foto storiche pronte a riempire copertine e desktop di pc per i prossimi anni, anche perchè proprio lo Shuttle non visiterà più la stazione spaziale e mai nella storia un numero così grande di veicoli attraccherà alla Stazione.

Proprio la STS-134, quella con il nostro Vettori è stata per alcuni istanti vicino ad un rinvio. Il comandante Mark Kelly ha infatti ripreso l’addestramento per la missione dopo che era stato costretto ad interrompere il training a causa dell’attentato di cui era rimasta vittima la moglie, Gabrielle Giffords, rimasta gravemente ferita nell’attentato di Tucson dello scorso dicembre. Nella sparatoria ci furono sei mortie 12 feriti e proprio quando tutto  sembrava volgere al peggio c'è stato quasi un miracolo. Dopo sole due settimane la parlamentare democratica ha lasciato l’ospedale dopo un recupero lampo e il comandante Kelly è tornato al comando della missione nel corso della quale potrà incontrare il suo fratello gemello Scott è attualmente a bordo della stazione spaziale.

Leggi tutto