Adescamento online: 6 minori su 10 contattati da sconosciuti

1' di lettura

Il 37% dei ragazzi accetta di conoscere persone in Rete senza sapere qual è la loro identità certa. Ed è boom di denunce per gli illeciti su Internet. In diverse scuole lombarde parte un progetto della polizia postale per la sicurezza in Rete

Leggi anche:
Adescamento on line: tante vittime e nessun reato
Nei panni di una 14enne in chat, spunta "l’amico" pedofilo
"I miei occhi vedono ma non guardano: così prendo l'orco"

Sei ragazzi su 10 sono stati contattati da sconosciuti sul web e il 37% di essi ha accettato di conoscere persone senza un volto e senza una certezza di identità. Sono alcuni dei dati, accompagnati dal boom di denunce per illeciti su internet, emersi nel corso della presentazione, a Milano, del progetto 'Web in cattedra', un'iniziativa di formazione che in Lombardia coinvolgerà 550 docenti e sei scuole tra Milano, Lecco, Brescia, Pavia e Varese. L'obiettivo è quello di unire l'esperienza in materia di sicurezza della Polizia di Stato con la struttura informativa della scuola.

Il progetto è stato illustrato alla presenza del questore di Milano, Alessandro Marangoni, del direttore centrale della Polizia postale e delle comunicazioni, Antonio Apruzzese, Giuseppe Colosio, direttore dell'ufficio scolastico regionale della Lombardia, e Pietro Scott Jovane, Ad di Microsoft Italia, e Patrizia Santovecchi, presidente dell'associazione nazionale abusi psicologici.

"Ci aspettiamo molto da questo progetto - ha detto Marangoni - per la straordinaria importanza di veicolare tramite la struttura scolastica problematiche relative alla sicurezza sul web che ogni giorno viviamo nelle nostre famiglie in un contesto educativo sempre più difficile".

Leggi tutto