Sparatoria all'aeroporto milanese di Malpensa

Malpensa
1' di lettura

Tunisino armato di coltello sfonda l'ingresso con l'automobile. A bordo moglie e figli Fermato da una pallottola a un piede. Nessun intento terroristico. VIDEO, FOTO E TESTIMONIANZE

GUARDA LE IMMAGINI

Sparatoria all'aeroporto di Malpensa. Un tunisino di 43 anni armato di coltello è stato colpito a un piede dalla polizia dopo aver sfondato una porta scorrevole dello scalo. Domenica l'uomo avrebbe rubato un Suv nella provincia di Milano e oggi si sarebbe recato a Malpensa con la moglie e i tre figli. Con l'autovettura avrebbe sfondato la prima porta scorrevole dell'ingresso numero 14 del Terminal 1. Restato incastrato è sceso dalla vettura brandendo un coltello. Il poliziotto di turno presente allo scalo avrebbe cercato prima di allontanarlo dalla folla e, dopo essere stato aggredito, gli avrebbe sparato a un piede. Secondo le forze dell'ordine il tunisino era in evidente stato di alterazione. L'uomo è stato portato in ospedale mentre la polizia ha interrogato la moglie, forse un'italiana. Fonti della procura di Busto Arsizio hanno escluso finalità terroristiche.
L'uomo è stato medicato, dimesso e trasferito nel carcere di Busto Arsizio con l'accusa di tentato omicidio.

"L'uomo è sceso dalla macchina e mi ha puntato contro un coltello lungo diversi centimetri. Io sono scappato e ho cercato di nascondermi". E' il racconto di Domenico Buonpane, un dipendente di Sea che stamani ha assistito al gesto del tunisino. "Ho visto la macchina che si schiantava contro la porta a vetri e rimaneva incastrata - ha continuato il testimone - e l'uomo è uscito e mi ha puntato contro il coltello. Io sono scappato e lui ha iniziato a seguirmi ma non appena visto un carabiniere si è scagliato contro di lui armato. Gli hanno sparato e attorno a lui si sono radunate la moglie e i bambini e si sono gettati a terra", ha aggiunto. "Ho avuto molta paura anche perché attorno a me si era creato il panico - ha concluso - con decine di persone che urlavano e correvano da tutte le parti".

Opinione ribadita anche dal presidente della Sea, Giuseppe Bonomi: "Possiamo escludere la matrice terroristica, non c'è nulla che possa far intendere che dietro questo gesto ci sia una tale matrice".

I voli in partenza dal terminal 1 sono rimasti sospesi per circa un'ora, per dare il tempo agli artificieri di effettuare i rilievi sull'automobile. I voli in arrivo sono invece atterrati regolarmente subendo solo leggeri ritardi.

Qui sotto i video tratti da YouReporter che mostrano l'automobile che ha tentato di sfondare l'ingresso dell'areoporto

Leggi tutto