Canalis: "La manifestazione delle donne? Non era necessaria"

Elisabetta Canalis insieme con Belen Rodriguez
1' di lettura

La showgirl che presenterà Sanremo commenta così le proteste di domenica. E Belen Rodriguez aggiunge: "E' dai tempi degli antichi romani che se ne parla...Le donne senza valori ci sono ovunque". Bellucci: "Io se avessi potuto sarei andata". FOTO E VIDEO

Guarda anche:
Rubygate: vai allo speciale

Caso Ruby: sfoglia l'album delle proteste
Giulia Bongiorno (Fli): "Da sempre discriminate"
In piazza a Milano: "Non siamo come Ruby"

LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE: nelle piazze italiane - a Milano - e all'estero

La protesta su molti giornali internazionali: GALLERY

(in fondo all'articolo i video della manifestazione)

"Io ci sarei stato, perché no? Ci sarei andato, ieri c'erano tanti uomini a manifestare". Cosi' Gianni Morandi a proposito delle manifestazioni di domenica 13 febbraio, con protagoniste principali le donne.
Morandi lo ha detto durante la conferenza stampa tenuta dall'organizazione del Festival. Il cantante ha sottolineato, e spiegato a una Belen Rodriguez apparsa incerta, che si trattava di manifestazioni con tema "la difesa della dignità delle donne".
Invece Elisabetta Canalis (guarda le foto insieme alla Rodriguez) ha detto in modo esplicito: "Io non avrei preso parte, non c'era bisogno di farla", aggiungendo però: "Credo che il significato della manifestazione non vada messo in luce o gridato il giorno che fa, perché è una cosa che dovrebbe esserci sempre". E comunque "gli echi sono arrivati, non è difficile prendere posizione".

Belen: "E' da tempi degli antichi romani che se ne parla..." - Da Belen non è arrivato un si o un no deciso, ma un tentativo di addentrarsi nella problema. Infatti, alla richiesta di chiarire meglio il proprio pensiero, la soubrette ha detto: "E' dai tempi degli antichi romani che se ne parla...Le donne senza valori ci sono ovunque, non solo in Italia, e non da oggi. Si possono fare tutte le manifestazione ma è un fatto di educazione, è dalla base che occorre lavorare".
Quanto invece -  sempre a proposito di donne- della presunta rivalità tra le soubrette del Festival, acqua sul fuoco da parte di entrambe. Belen ha detto "non ce n'è proprio", ed Elisabetta ha sostenuto "forse piace alla stampa mettere fuori notizie sulla nostrra rivalità".

Bellucci: "Se fossi stata in Italia anch'io sarei andata in piazza" - E intanto arrivano anche le voci di solidarietà e partecipazione a favore della manifestazione. Tra queste, quella di Monica Bellucci: "Se fossi stata in Italia anch'io sarei andata in piazza" dice in un'intervista ad 'A'. "Manifestazioni come quella di domenica sono importanti però non devono esaurirsi in una giornata di protesta", spiega ammettendo che "se gli uomini sono così, vuole dire che le donne lo hanno permesso". "Se tutte avessimo più fiducia in noi stesse, nelle nostre capacità - aggiunge - finirebbe questo modo di pensare atavico, questo concedere favori a un uomo di potere per avere qualcosa in cambio".
Situazioni che anche lei dice di conoscere: "All'inizio, quando ero molto giovane. Invitata per cene di lavoro, mi è successo due o tre volte di trovarmi in feste poco chiare che non mi aspettavo. Chiamavo un taxi e me ne andavo. Anche se questo significava rinunciare a un'opportunità, cercarsi altre strade".
E dice ancora: "Non mi va di fare la maestrina, dipende dal carattere, dalle incerteze, dalla famiglia che hai alle spalle. Il percorso di ogni donna e' diverso e nessuno di noi puo' giudicare". "C'e' stata una mala educazione, a cominciare dalla televisione, che ha creato - conclude - un ideale femminile di un certo tipo". Di qui il plauso di Monica Bellucci alle donne in piazza: "Si spaventassero un po' questi maschi, che se le donne si arrabbiano sono terribili".

Tutti i video della manifestazione

Leggi tutto