Scritte razziste contro i bimbi nomadi morti a Roma

Le scritte "Rom -4" e "Rom Raus" con le svastiche in via della Pisana a Roma
1' di lettura

Sono apparse su un muro di una zona periferica della Capitale con accanto il disegno di una svastica. Sdegno e vergogna del mondo politico e civile. Il sindaco Alemanno: “E’ una cosa indegna”

LE FOTO DELLA TRAGEDIA AL CAMPO NOMADI

Guarda anche:
Roma, tragedia in un campo nomadi
Alemanno vs Maroni: è scontro sui rom

La rabbia dei residenti: "Nessuno ci ha ascoltato"

Silenzio per i bimbi rom, ma il consigliere non si alza

Non è bastato il lutto cittadino, il cordoglio manifestato trasversalmente da tutti i gruppi politici, l'opera di sensibilizzazione della Comunità di Sant'Egidio davanti alla morte di quattro bimbi rom, uccisi in un rogo in un campo abusivo a Roma meno di una settimana fa. A Roma sabato mattina sono comparse scritte razziste su un muro di cinta: "Rom -4" e "Rom Raus" ("Fuori i Rom"). Accanto, sempre con spray di colore nero, il disegno di una svastica.

Le scritte con il riferimento a Raul di 4 anni, Fernando di 5, Patrizia di 8 e Sebastian di 11, sono apparse in via della Pisana, nella zona periferica di Bravetta; ad accorgersene è stato il capogruppo del Pd del XVI municipio Raffaele Scamardì. Non è il primo episodio simile in zona, l'anno scorso un'altra scritta antisemita prendeva di mira Anna Frank.

Immediate e durissime le reazioni da parte delle principali cariche cittadine. "E' veramente aberrante - ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno - che nella nostra città possano esistere delle persone, magari anche pochissime, come penso, ma che possono scrivere cose così orrende. E' una cosa indegna" e, dopo che la polizia scientifica ha eseguito i rilievi, in breve tempo ha fatto cancellare le scritte.

Tutti i video sulla tragedia al campo nomadi:

Leggi tutto