Tv, web e carta stampata: gli italiani si informano così

1' di lettura

La televisione resta di gran lunga il canale più utilizzato, ma il 96% degli intervistati usa più di una piattaforma. Adulti e anziani si aggiornano di più, mentre i giovani cercano notizie in modo meno sistematico. I DATI

Gli italiani utilizzano il web 2.0 per informarsi, ma ancora non hanno deciso di abbandonare i media tradizionali.
E' quanto emerge dalla ricerca "‘Le news e gli italiani: dalla carta stampata, alla rete, al mobile. L’informazione: da rito a puzzle" (guarda tutti i dati), che - riprendendo lo studio curato dalle Pew Research Center’s Internet & American Life Project per gli Stati Uniti -  ha monitorato le principali fonti di informazione degli italiani, con un’attenzione particolare all’impatto di internet nella formazione dell’opinione pubblica.

Domina la tv- La tv resta di gran lunga il mezzo di informazione più utilizzato (90,8%) e, soprattutto, quello considerato più influente (62,1%). Solo il 4% degli italiani usano però un'unica piattaforma.
Tutti gli altri preferiscono informarsi attraverso due o più mezzi di comunicazione scelti tra radio, stampa locale, stampa nazionale, internet, televisione,  canali all news.

L'informazione "a puzzle" dei giovani - Adulti e anziani dicono poi di informarsi più spesso e con più assiduità rispetto ai giovani. Ma il dato - secondo lo studio - va meglio dettagliato: gli under 30, infatti, si aggiornano  in modo meno sistematico e più “opportunistico”: a puzzle.
Il 60,9% degli online news consumer (51,1% della popolazione ma 93,8% nella fascia 18-29 anni) si informano infatti attraverso portali internet che aggregano notizie come Google News e Msn.

Leggi tutto