Eluana: 2 anni dopo vignetta shock sulle parole del premier

"Potrebbe ancora generare figli", disse Berlusconi della ragazza di Lecco rimasta in stato vegetativo per 17 anni. Nell'anniversario della morte, un disegno pubblicato sul web ritorna - come un pugno nello stomaco - su quelle parole. E divide la Rete
di Giuila Floris

I piedi di Eluana, morta, spuntano da un lenzuolo come in una scena di una crime fiction, ma insieme a quelli di un uomo che, si intuisce, è sdraiato sopra il corpo senza vita della donna, come in un rapporto sessuale. Sotto l’immagine, la scritta "Poteva ancora avere dei figli. S. Berlusconi" e "9 febbraio 2011, giornata nazionale degli stati vegetativi".

Nel giorno dell’anniversario della morte di Eluana Englaro, in cui è stata indetta, tra le polemiche, anche la giornata dedicata agli stati vegetativi, una vignetta pubblicata sul web (qui l'immagine shock) ritorna sulle parole del premier Berlusconi a proposito della ragazza di Lecco, rimasta per 17 anni in stato vegetativo. "Potrebbe ancora generare un figlio" disse il presidente del Consiglio nel corso della conferenza stampa  in cui annunciava il decreto legge per impedire la sospensione dell'alimentazione e dell'idratazione di Eluana.  (guarda il video). Parole che allora fecero indignare il padre della ragazza e che, a due anni di distanza, sono evocate da un disegno che compare sulla pagina Facebook del sito Spinoza.it.

Una rappresentazione forte, sicuramente disturbante, che divide anche gli utenti che vi si imbattono nel web. "Questo manifesto è la trasposizione in immagini della frase pronunciata da Berlusconi. Chi si indigna ora, spero che si sia indignato anche due anni fa” scrive ad esempio Flora D. nello spazio dedicato ai commenti sul social network, mentre Elisa N. critica in maniera decisa la vignetta: "La trovo – scrive - di cattivo gusto. Era di pessimo gusto anche la frase di B., ciò non vuol dire che si debba scendere al suo livello in questo modo". Per Diego D., invece, la forza dell’immagine sta proprio nella sua violenza: "Mi ha fatto venire il mal di pancia per un quarto d'ora: perfetta".

Tra gli utenti, c’è poi chi si chiede come la famiglia di Eluana possa prendere un’immagine simile. "Che B. abbia sparato l'ennesima bestialità è fuor di dubbio. Che la satira debba avere totale libertà altrettanto. Che a Beppino Englaro questa 'vignetta' squarcierà lo stomaco, purtroppo, anche" scrive Tommaso R. e per un atro utente: "Chi ha ideato questa immagine sicuramente non si è domandato come si sentiranno le persone vicine a Eluana, mi dispiace per chi ha trovato divertente questa immagine, ma vuol dire che non si è fermato a riflettere".

Interpellato da Sky.it, l’autore del disegno, Ivan Giannelli, studente di Ingegneria di 27 anni, che firma i suoi lavori come 'Cani & porci', spiega il senso della vignetta. "In quell’immagine – dice - non c’è niente di ironico, vuole essere soltanto la rappresentazione visiva delle parole di Berlusconi. L’immagine serve per restituire veramente ciò che le parole dicono. Il mio scopo era unicamente quello di restituire il senso di quelle frasi". E delle critiche non si preoccupa: "La satira deve far nascere una discussione costruttiva, è inevitabile che offenda qualcuno, ma non mi pongo il problema, è giusto che sia così".
Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005