Oggi è la "Giornata degli stati vegetativi"

1' di lettura

La celebrazione avviene nel secondo anniversario della morte di Eluana Englaro. In Italia si stima siano circa 2.500 le persone che vivono in stato vegetativo. Beppino Englaro: per me oggi è la giornata del silenzio

Leggi anche:
Giornata stati vegetativi: è scontro nel nome di Eluana

Nasce sotto il segno delle polemiche la prima Giornata nazionale sugli stati vegetativi che, per volontà del governo, si celebrerà oggi, 9 febbraio, proprio nel giorno dell'anniversario della morte di Eluana Englaro.

Eluana, in stato vegetativo per 17 anni dopo un incidente stradale avuto nel 1992, è scomparsa il 9 febbraio 2009 a seguito dell'interruzione dei trattamenti di idratazione e nutrizione artificiale. Una condizione, quella dello stato vegetativo, considerata un "accanimento terapeutico" dal padre di Eluana, Beppino, e invece ritenuta una forma di "disabilità" dall'esecutivo che, proprio per informare e sensibilizzare l'opinione pubblica, ha deciso di indire una Giornata nazionale. Ma la scelta del 9 febbraio come data di celebrazione è giudicata quanto meno "inopportuna" da Beppino Englaro e varie associazioni. Così, l'iniziativa ha finito per dividere più che sensibilizzare e domani, agli appuntamenti organizzati dai promotori della Giornata, si contrapporranno altre iniziative appoggiate da quanti si dichiarano contrari alla linea del governo. Un anniversario tra le polemiche dunque, quello della morte di Eluana, in vista dell'approdo del ddl sul biotestamento in Aula alla Camera, il 21 febbraio.

- GIORNATA STATI VEGETATIVI, 2.000 IN TALE CONDIZIONE IN ITALIA: La direttiva del presidente del Consiglio dei ministri che indice la Giornata nazionale degli stati vegetativi è  stata pubblicata il 18 gennaio scorso sulla Gazzetta Ufficiale ed è firmata dal premier Silvio Berlusconi e dal ministro della Salute, Ferruccio Fazio. Nell'ambito di tale giornata, afferma la direttiva, "le amministrazioni pubbliche e gli organismi di volontariato, si impegnano a promuovere, nell'ambito delle rispettive competenze, attraverso idonee iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, l'attenzione e l'informazione su questo tipo di disabilità, che coinvolge oltre al malato, in maniera assai rilevante, i familiari".

In Italia si stima siano circa 2.500 le persone in una condizione di stato vegetativo.

- PER BEPPINO ENGLARO 'GIORNATA DEL SILENZIO': La decisione di fissare la data della Giornata sugli stati vegetativi proprio al 9 febbraio è per Beppino Englaro "inopportuna ma soprattutto indelicata"; per me, afferma "il 9 febbraio sarà la giornata del silenzio". Intanto il padre di Eluana rende noto di aver fatto il proprio biotestamento proprio per non finire come Eluana: "non passerà mai l'inferno in cui hanno costretto mia figlia per più di 17 anni".

- PRO E CONTRO: La Giornata, ha affermato il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella, "è stata proclamata per superare una lacerazione che c'è stata col caso Englaro, una disabile gravissima, e non una malata terminale, che era già vissuta 17 anni in stato vegetativo e avrebbe potuto vivere altro tempo mentre è morta sola e disidratata". E per il vicepresidente del Senato, Domenico Nania, si tratta di una Giornata "di ricordo e di riflessione". Di parere opposto  Marco Cappato, segretario dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca, secondo cui "il governo celebrerà in stile fascista la violenza di stato contro Englaro".

- LE INIZIATIVE: Vari gli appuntamenti per la giornata di oggi. La Giornata sarà celebrata a Roma con un convegno cui parteciperanno anche i ministri Fazio e Sacconi. Sempre a Roma, Micromega organizza il convegno 'Chi decide sul fine vita', con il senatore Ignazio Marino, indicendo per il 9 febbraio la 'Giornata nazionale sulla libera scelta' con iniziative anche in altre città. A Bologna si terrà la serata 'Vivo e vegeto, ma soprattutto vivo!' con Alessandro Bergonzoni, testimonial della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, ed i ragazzi usciti dal coma del gruppo teatrale Gli amici di Luca.

Leggi tutto