Latina, bambina picchiata: arrestato il compagno della madre

Settimo Pizzimenti (centro - felpa nera) arrestato con l'accusa di tentato omicidio della bimba di 10 mesi, figlia della compagna
1' di lettura

Settimo Pizzimenti, il fidanzato 31enne della mamma della piccola di dieci mesi di San Felice Circeo ricoverata al Gemelli di Roma per maltrattamenti, è finito in manette. Per lui l'accusa è tentato omicidio

E' stato arrestato Settimo Pizzimenti, 31 anni, indagato per il tentato omicidio della bambina di dieci mesi di San Felice Circeo ricoverata due settimane fa in gravi condizioni al Gemelli di Roma per aver subito maltrattamenti. All'uomo, convivente della mamma della bambina, è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il trentunenne aveva in custodia la piccola, mentre la mamma si trovava al lavoro, ma davanti al pm Raffaella Falcione si è sempre difeso raccontando che, mentre giocavano insieme, la bambina aveva
sbattuto la testa a una porta, ma non aveva pianto.
Solo dopo alcune ore l'uomo si era accorto che la bambina stava male e aveva chiamato il 118.

“Escludo che ci sia stata violenza su mia figlia da parte di questa persona” aveva commentato subito dopo il ricovero la madre della bimba.
E l'uomo, intervistato da SkyTG24 il 24 gennaio scorso, ha raccontato la sua versione dei fatti spiegando di aver trascorso la giornata con la piccola, come faceva spesso quando la compagna è al lavoro. Di averla messa a dormire dopo averle dato da mangiare. “Quando sono andato a controllarla aveva gli occhi aperti – spiega l’uomo –. Pensavo si fosse già svegliata. Invece la bambina non rispondeva, non girava gli occhi. L’ho presa in braccio ed era priva di sensi”.

Leggi tutto