Caso Ruby, il "bunga bunga" diventa un gioco da tavolo

1' di lettura

L'idea è di due comici toscani che hanno realizzato un tabellone che ricorda quello del Monopoli. Le carte sono suddivise tra 'escort', 'civile' e 'politico', e tra penitenze e immunità. Già vendute 5 mila copie

Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Caso Ruby, le nuove carte che fanno tremare il Palazzo
Ruby&Friends, le parole dei protagonisti dello scandalo
Ruby, così si difende il premier

"Bunga-Bunga, l'unico gioco in cui vinci solo se Ruby": è la frase, inequivocabile, che si trova sulla scatola di un nuovo gioco da tavolo, ispirato alle feste ad Arcore del premier Silvio Berlusconi, nato dall'irriverente ironia toscana di due comici, Gaetano Gennai e Davide Tafuni.

Lo si può comprare a Firenze e a Roma (edicole e negozi con il marchio 'Cowsheep') e anche online: pare che abbia già raggiunto le 5 mila copie vendute e "sembra che l'abbia comprato - dice con un sorriso Gennai - anche il sindaco di Firenze Matteo Renzi".

Il gioco era già in vendita nelle scorse settimane, ma la notizia, rilanciata oggi dai siti del Corriere Fiorentino e dell'edizione di Roma del Corriere della Sera, ha subito fatto il giro del web, con un tam tam che ha coinvolto tutta la rete.

Il gioco del "Bunga-Bunga" ha un tabellone che ricorda quello del Monopoli e le regole sono simili a un mix tra il Gioco dell'oca e quello della bottiglia. Le carte sono suddivise tra 'escort', 'civile' e 'politico', e tra penitenze e immunità vince proprio chi scopre a quale giocatore è stato assegnato il ruolo di politico. "Adatto preferibilmente ad un pubblico adulto", si legge sulle istruzioni, si può giocare obbligatoriamente con un "minimo di 5 persone a un massimo di 11 giocatori".

Leggi tutto