Caso Ruby, Minetti in procura: "Nessun festino ad Arcore"

Nicole Minetti (Credits: Fotogramma)
1' di lettura

L'ex showgirl, indagata per favoreggiamento della prostituzione, è stata interrogata per quasi tre ore dai pm milanesi. Contestati alcuni bonifici ricevuti dal premier. In settimana la richiesta del processo immediato per Berlusconi. VIDEO E FOTO

Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Caso Ruby, le nuove carte che fanno tremare il Palazzo
Ruby&Friends, le parole dei protagonisti dello scandalo
Ruby, così si difende il premier

(In fondo all'articolo tutti i video sul caso Ruby)

A sorpresa, nel giorno nel black out della circolazione veicolare privata, in una Milano ancora più deserta del solito, Nicole Minetti si è presentata ai magistrati che conducono l'inchiesta sul caso Ruby ed ha risposto alle domande dei pm Ilda Boccassini, Pietro Forno e Antonio Sangiuliano che l'hanno indagata per favoreggiamento della prostituzione insieme a Lele Mora e Emilio Fede.
Fonti della procura spiegano che non si è trattato di un'accelerazione dell'indagine, ma solo di un 'gentleman agreemeent' ossia l'accoglimento di una esplicita richiesta di riservatezza per evitare l'assalto di telecamere e fotocineoperatori, e magari anche la presenza dei giornalisti.
La consigliera regionale è arrivata a Palazzo di giustizia poco dopo le due di pomeriggio e ne è uscita poco dopo le 18.

Verbale secretato - Il verbale di interrogatorio è stato secretato, ma è presumibile supporre che la ex igienista dentale di Silvio Berlusconi, abbia risposto alle domande sul presunto giro di prostituzione che, secondo la procura, alimentava le feste ad Arcore.
L'interrogatorio era stato programmato per martedì prossimo, secondo l'invito a comparire che era stato recapitato alla ex ballerina di Colorado Cafè.
Per una formale richiesta del legale della Minetti, l'avvocato Daria Pesce, che aveva auspicato che l'atto istruttorio si potesse svolgere in un clima di riservatezza già nei giorni scorsi, è stato anticipato dai pm a domenica.

"Mai partecipato a festini col premier" -
A Nicole Minetti, oltre alle domande sul giro di ragazze di via Olgettina, è stato chiesto anche tanto su Ruby, alias Karima el Mahrough, la giovane marocchina prelevata dalla questura di Milano proprio dalla Minetti a cui era stata affidata dopo la ormai famosa telefonata del premier. La Minetti, inoltre, secondo quanto riferisce Il Messaggero, avrebbe negato di aver partecipato a festini col premier (guarda la rassegna stampa), ma avrebbe ammesso - scrive La Stampa - di aver preso in gestione gli appartamenti di via Olgettina.
L'interrogatorio che si è svolto a 'carte scoperte' alla luce della discovery degli atti dell'indagine e soprattutto delle intercettazioni in cui la stessa Minetti parla delle feste di Arcore con le ragazze di via Olgettina.

Contestati alcuni bonifici - Ma nell'interrogatorio alla Minetti sarebbero stati inoltre contestati alcuni versamenti di denaro diretti, partiti - è quanto riferisce Repubblica - da uno dei conti bancari del presidente del Consiglio. Gli importi si aggirerebbero attorno a decine di migliaia di euro e sarebbero serviti secondo gli inquirenti per pagare gli affitti e le bollette alle frequentatrici dei party di Arcore.

A breve la richiesta di processo per il premier - L'atto istruttorio di domenica - per ora la Minetti (guarda le foto) non dovrebbe essere più sentita dai pm - rappresenta l'ultimo passaggio dell'inchiesta prima della formalizzazione della richiesta al gip Cristina Di Censo, da parte della procura, di rito immediato nei confronti di Silvio Berlusconi accusato di prostituzione minorile e concussione. La richiesta di processo con rito immediato arriverà entro la fine di questa settimana, secondo quanto riferiscono fonti giudiziarie.

L'Aula della Camera voterà invece giovedì sulla richiesta di perquisire gli uffici di Giuseppe Spinelli, contabile personale del presidente del Consiglio, formulata dalla Procura della Repubblica di Milano. Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo a Montecitorio, definendo anche l'orario  della seduta: il dibattito inizierà alle ore 15, mentre il voto è  previsto per le 19 in diretta tv. La giunta per le autorizzazioni ha procedere ha già espresso parere negativo nei confronti della perquisizione.

Intanto si oscura la stella delle ragazze delle feste di Arcore. I loro volti non tirano più, lo scandalo non è un ottimo alleato per gli affari e i primi contratti a saltare sono stati proprio quelli promozionali, dove erano attese come ragazze immagine in eventi, discoteche, lancio di campagne pubblicitarie.
Barbara Faggioli per anni si è pagata gli studi anche con le sfilate di moda. Ma per uno degli appuntamenti più attesi, Milano Moda Donna Autunno/Inverno 011/012 nessuno l'ha ancora chiamata. "Ormai non credo che mi cercheranno, ma non lo speravo neppure - dice Barbara - Quello che mi è successo è davvero devastante e non lo augurerei a nessuno, la mia vita è rovinata, sono indietro anche con gli esami perché‚ non riesco a concentrarmi".

Tutti i video sul caso Ruby:

Leggi tutto