Ruby&Friends, le parole dei protagonisti dello scandalo

Alcune delle ragazze coinvolte nell'inchiesta della Procura di Milano che coinvolge Silvio Berlusconi (Ansa)
1' di lettura

Da Nicole Minetti a Silvio Berlusconi passando per Emilio Fede e Lele Mora, con le altre ragazze coinvolte nelle feste del premier: tra dichiarazioni e intercettazioni, ecco che cosa hanno detto

Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO
(In fondo all'articolo tutti i video sul caso Ruby)

SILVIO BERLUSCONI
74 anni. Presidente del Consiglio. E' indagato dalla procura di Milano per concussione e prostituzione minorile.

“Solo persone che si comportano bene”
Rispondendo alle domande dei giornalisti sul caso Ruby al termine del Consiglio europeo (GUARDA IL VIDEO)
“Su quanto avviene a casa mia non devo chiarire niente perché da me entrano solo persone che si comportano bene”.
29 ottobre 2010

“Mai pagato per avere rapporti”
Videomessaggio ai Promotori della Libertà (GUARDA IL VIDEO)
“E' assurdo soltanto pensare che io abbia pagato per avere rapporti con una donna. E' una cosa che non mi è mai successa neanche una sola volta nella vita. E' una cosa che considererei degradante per la mia dignità”.
(...)
“Da quando mi sono separato, ma non avrei mai voluto dirlo per non esporla mediaticamente, ho avuto uno stabile rapporto di affetto con una persona. Questa stessa persona che ovviamente era assai spesso con me, anche in quelle serate e che certo non avrebbe consentito che accadessero a cena, o nei dopo cena, quegli assurdi fatti che certi giornali hanno ipotizzato”
16 gennaio 2011


NICOLE MINETTI
25 anni. Consigliere regionale della Lombardia. Ex showgirl televisiva ed ex igienista dentale. E' indagata per favoreggiamento della prostituzione.

“Ti devo briffare, ne vedrai di ogni”

Nel settembre 2010 il consigliere regionale della Lombardia Nicole Minetti invita T.M., una sua amica riminese, studentessa universitaria della quale era stata compagna di scuola, a una delle cene di Arcore. La studentessa esce infastidita dalla serata con Silvio Berlusconi e il gruppo di altre ragazze, dalle richieste del premier, dalle scene alle quali assiste. E nei giorni successivi se ne lamenta al telefono con le amiche
Minetti: “...Ho sentito adesso the boss of the boss gli ho detto ahhh allora stasera.. guarda che porto una mia amica, mi fa 'Ottimo' , gli ho detto guarda che ha la seconda laurea gli ho detto ti dà del filo da torcere ..Ottimo., si vede che non poteva parlare ..grazie a stasera..ciao (.....)
No ma infatti ti volevo un attimo briffare sulla cosa, nel senso ..giurami che non ti prende male nel senso cioè ne vedi di ogni cioè te tifai i cazzi tuoi e io mi faccio i cazzi miei per l'amor del cielo però ne vedi di ogni. Cioè nel senso la disperaticion più totale cioè capirai. C'è gente per cui è l'occasione della vita quindi ne vedi di ogni fidati di me”.
19 settembre 2010

“Nei giornali dicono molto meno della verità”
Intercettazione telefonica tra T.M, la studentessa riminese invitata ad Arcore da Nicole Minetti e un'amica, B.V.
T.M.: (…) Ieri sera c'erano molte ragazze, tipo una ventina, e c'era lui e il suo fedelissimo amico che ha un ruolo importante, bassino, mmmm, adesso va beh, comunque, e molto abbronzato, che parla benissimo di lui, lo venera proprio, ti può venire in mente chi è, comunque...e poi c'era un'altra persona ancora ehm questi loro tre e basta, e tutte ragazze. E noi siamo entrate proprio senza nessun tipo di controllo nel senso che tu arrivi, fuori di casa, dici il tuo nome e passi con la macchina tranquillamente. Io avevo la mia borsa il mio cellulare, nessuno me l'ha guardata nessuno mi ha chiesto niente. Quindi, varchi la soglia ed entri. E l'ingresso è stato proprio cioè, ma non informale, di più. Perchè queste persone lo chiamano: "amore - tesorino" cioè, ma proprio dei livelli di bassezza totale.
Tu non immaginarti niente di quello che puoi immaginarti.
B.V.: No, io mi posso immaginare solo quello che c'è scritto nei giornali.
T.M.: Ecco, praticamente nei giornali dicono molto meno della verità. Cioè, anche quando lo, anche quando, diciamo, massacrano, no, cioè, è molto peggio! Molto più triste e molto più. Ti dico, non c'è nulla di pericoloso, fa tutto, a me proprio mi ha lasciato l'amaro in bocca. Ma non perché ho avuto paura, no no no, per la desolazione cioè, sai quando vedi quelle cose.
(…)
T.M.: a me è scaduto tantissimo. Mi sembrava di avere di fronte non lui, ma le caricature del 'bagaglino'
(...)
T.M.: Ecco, io ho vissuto la serata come se fossi al 'Bagaglino'. Hai presente quella volgarità spiccia che non è neanche tanto costruita o fantasiosa? Non è "Eyes wide shut"
B.V. : no no
T.M.: il film con Tom Cruise, cioè no!
B.V. : no no no
T.M.: una roba banale ecco. Io mi sentivo lì dentro. In questa cosa in cui a un certo punto durante la serata con l'Agostino di turno, tipo Maria De Filippi, quello con la pianola che canta, a un certo punto, non si sa bene come o perché, qualcuno ha iniziato a far vedere il culo e da li la serata è decollata.
B.V.: ah!
T.M.: in un susseguirsi di cose più o meno volgari, ma come se fosse naturale e ti dico tutti davanti a tutti quindi questo buttasù...
B.V. : ma questo a tavola? Dopo cena?
T.M.: no no, a tavola mentre si mangiava. Dopo di che ci si è alzati e la cosa è peggiorata nella lato diciamo, no nel lato, in una sala-discoteca mmm è lì il degenero più totale cioè proprio siamo, ripeto, in un puttanaio in cui si ci si intrattiene come meglio si crede.
Cioè, poi alla fine ognuno è libero di fare quello che vuole, nel senso che, è una casa privata no? E ti ripeto, io sottolineo che nessuno mi ha proposto nulla chiesto nulla alluso a niente cioè assolutamente no. Io sono stata tutta la sera seduta, piuttosto che a fumarmi la sigaretta piuttosto che a mandare un messaggio al cellulare, rispettata assolutamente. Dopo sai, anche solo il fatto di vedere certe cose, può metterti in difficoltà.
20 settembre 2010

“Maitresse da quattro soldi”
Nicole Minetti in un'intervista al Corriere della Sera
“Io non ci sto a fare la figura della maitresse da quattro soldi. Chiunque mi conosce sa come sono fatta''
27 gennaio 2011

La rabbia contro Berlusconi
Nicole Minetti parla con la sua assistente Clotilde Strada
“Non me ne fotte un c... se lui è il presidente del Consiglio o, cioè, è un vecchio e basta. A me non me ne frega niente, non mi faccio prendere per il culo. Si sta comportando da pezzo di m.. pur di salvare il suo culo flaccido”.
11 gennaio 2011

“Lo stipendio lo paga lo Stato”
Colloquio intercettato tra la Minetti e l'ex valletta Barbara Faggioli, la prima dice all'altra: "A lui gli fa comodo mettere te e me in Parlamento perché dice 'bene me le sono levate dai c..., lo stipendio lo paga lo Stato".
8 gennaio 2011

Conversazione tra Nicole Minetti e Barbara Faggioli
Minetti: «Se si va ad elezioni a dicembre io ci son stata sei mesi.
Faggioli: «Ma è appena uscita la roba tua! E poi lui, adesso è un momento delicatissimo ».
Minetti: «Boh, vediamo».
Minetti: «Sai che io non ci andrei a Roma?».
Faggioli: «Noo?».
Minetti: «No!».
Faggioli: «Perchè?».
Minetti: «Perché io sto troppo bene lì a Milano! Ba, chi cazzo me lo fa fare? Pensaci. Alla fine guadagnerei uguale, perché guadagni duemila euro in più. Chi se ne frega per duemila euro. Io me ne sto lì dove sono. Tanto poi io sto da Dio lì. C’ho la mia casa, la mia palestra, c’ho il mio fidanzato. Figurati!».
8 gennaio 2011

“Scateno l'inferno”
“Amò ma è serio che alla Fico ha regalato la casa? Amò se è vero ti giuro che scateno l'inferno...”
Sms inviato da Nicole Minetti a Maristelle Polanco
10 gennaio 2011


EMILIO FEDE
79 anni. Direttore del Tg4. E' indagato insieme a Lele Mora e Nicole Minetti per sfruttamento della prostituzione.

La “cresta” di Fede
Al telefono con Mora, Fede dice:
“'Lele, studiamo insieme...Gli dico: senti, ho visto Lele, non sta bene ed è preoccupato, forse credo che una mano bisognerebbe dargliela... Quest'uomo c'ha dato tutto ed è quello che ci ha dato soprattutto la riservatezza... lui rischia la bancarotta... allora diventa peggio il problema”.
A Berlusconi, Fede stabilisce con Mora che chiederà:
“Uno e due, di cui 100 (Mora) li dà a me in due rate che ho prestato 50 e 50, capito? Vuol dire che possono diventare uno e mezzo: io ne prendo quattro e tu otto, va bene?”.
22 agosto 2010

“Battute scherzose”
Dichiarazione di Emilio Fede
“Lele Mora mi ha restituito una piccola somma che gli avevo prestato, tutto il resto sono solo cattive interpretazioni di battute scherzose”.
18 gennaio 2011


KARIMA EL MAHROUG IN ARTE “RUBY”
18 anni. Dalla sua frequentazione con Silvio Berlusconi nasce l'inchiesta della Procura di Milano che vede indagato il presidente del Consiglio per concussione e prostituzione minorile.

“Noemi è la pupilla, io il c...”

Conversazione telefonica tra Ruby e l'ex fidanzato
Antonio Passaro: “Tu hai il papà, lo zio...a lui come lo chiami? Lo zio, il nonno? Come lo chiami?”
Ruby: “E no, papi”
Antonio Passaro: “E siamo messi bene, Madonna mia! fai come la napoletana, il papi lo chiamava”. Ruby: “No, no, la napoletana è un'altra cosa, io sono un'altra”
Antonio Passaro: Ah
Ruby: E quella è la pupilla, io sono il culo (ride).
8 settembre 2010

“Cerca di passare per pazza”
Conversazione telefonica tra Ruby e Sergio Corsaro che, secondo le cronache mondane, sarebbe un parrucchiere ex fidanzato della giovane marocchina
“Non siamo preoccupati per niente, perché Silvio mi chiama di continuo, mi ha detto 'cerca di passare per pazza...per quello che...che puoi...per pazza...racconta cazzate... ma io ti sarò sempre vicino...dì qualsiasi cosa, e avrai da me qualsiasi cosa che tu vuoi'. Con il mio avvocato gli abbiamo chiesto 5 milioni di euro in cambio di del fatto che io passo per pazza, che ho raccontato solo cazzate e lui ha accettato in effetti seguiremo questa questa strada”.
28 ottobre 2010

“Ho inventato una vita parallela”
Ruby intervistata da Alfonso Signorini durante la trasmissione Kalispera in onda su Canale 5 (GUARDA IL VIDEO)
“Avevo paura di avvicinarmi alla gente e per questo raccontavo una vita parallela: dicevo di avere 18 anni, di essere studentessa, di essere egiziana e che i miei genitori erano via”.
19 gennaio 2011

“Ne voglio uscire con 5 milioni”
Conversazione telefonica tra Ruby e la madre di Sergio Corsaro
“Il mio caso è quello che spaventa tutti e sta superando il caso della D'Addario e della Letizia. Io ho parlato con Silvio e gli ho detto che ne voglio uscire con qualcosa: 5 milioni. Cinque milioni a confronto del macchiamento del mio nome...".
26 ottobre 2010

Sequestro Ruby
Ecco gli appunti di Ruby sequestrati dagli inquirenti
Diamanti
50 mila per il libro
12.000 campagna intimo
200000 da Luca Risso
70 mila Conservati da Di Maria
170 mila conservati da Spinelli
4 milioni e mezzo da Silvio Berlusconi che ricevo tra due mesi
29/10/2010 rinuncia avvocato Giuliante
29/10/2010 nomina avvocato Di Maria
14 gennaio 2011


IMMA E ELEONORA DE VIVO
26 anni, gemelle, ex concorrenti dell'Isola dei Famosi. Avrebbero ricevuto un trilocale in cambio delle loro prestazioni sessuali con Silvio Berlusconi.

“Deve solo sganciare”

Conversazione telefonica tra le due gemelle pubblicata sugli atti della Procura di Milano trasmessi in Giunta per le Autorizzazioni della Camera
“L'ho visto un po' out. Ingrassato. Imbruttito. L'anno scorso stava più in forma. Adesso sta più di là che di qua. E' diventato pure brutto: deve solo sganciare. Speriamo che sia più generoso. Io non gli regalo un cazzo”.
30 settembre 2010


MARIA MAKDOUM
20 anni. Danzatrice del ventre. Uno dei testimoni dell'inchiesta della procura di Milano.

“E ora facciamo bunga bunga”
Testimonianza resa ai magistrati di Milano, riportata da Repubblica del 27 gennaio 2011.
"Nel giugno del 2010 Lele Mora mi chiede se sono interessata a partecipare a una serata ad Arcore (...) e se voglio far parte del suo harem. Mi trasferisco a casa sua da giugno ad agosto. Vado ad Arcore in luglio. Prima di entrare nella villa, da una stradina laterale si affiancano alla nostra auto un'autovettura con il lampeggiante delle auto di Stato. Ognuna di noi si è seduta per la cena dove voleva.
Finita la cena, il presidente disse: 'E ora facciamo il bunga bunga" e spiegò che cosa era, cioè era una cosa sessuale'. Il gruppo si trasferisce 'di sotto' e qui le gemelle De Vivo si spogliano, sono in mutande e reggiseno. Il presidente le tocca e loro lo toccano nelle parti intime. Si avvicinano anche a Emilio Fede che le tocca il seno e altre parti intime. Poi una ragazza brasiliana con perizoma balla il samba in modo molto hard. Anche le altre ragazze a quel punto ballano scuotendo il seno, mostrando il fondo schiena. Tutte si avvicinano al presidente che le tocca nelle loro parti intime. Sono rimasta inorridita. Se avessi saputo prima quello che si faceva alla villa non sarei andata, lo confesso".


CARLO ROSSELLA
Giornalista, presidente della società cinematografica Medusa, racconta di essere stato ammesso tre volte alle cene di Arcore tra il 2009 e il 2010.

“Girava molta Coca-Cola Light”
La sua testimonianza è stata inserita nella memoria presentata dalla difesa, riportata da La Stampa del 26 gennaio 2011
Ha visto qualcosa di sconveniente a cena? “No, tutte le signore erano simpaticamente rispettose e ossequiose nei confronti del Presidente. Non ricordo nessuna che gli desse del Tu”.
E nel dopocena? “Essendo un cronista ho notato che girava molta Coca-Cola light, acqua minerale e qualche amaro. L’unico che ha bevuto una vodka sono stato io”. Il premier che faceva? “Era molto simpatico e corretto, raccontava episodi della sua vita, le sue esperienze a Parigi, ogni tanto cantava canzoni di Aznavour, Trenet e Henry Salvador”.

(a cura di Alberto Giuffrè)

Tutti i video sul caso Ruby

Leggi tutto