Rubata la bara di Mike Bongiorno. La famiglia: "Sgomenti"

Il luogo del furto della bara di Mike Bongiorno
1' di lettura

Il furto è avvenuto nella notte tra lunedì 24 e martedì 25 nel cimitero di Arona, in provincia di Novara. Al momento nessuno ha rivendicato il gesto. Sul posto anche i Ris di Parma per effettuare i rilievi. Il figlio del conduttore: "Siamo increduli"

La bara rubata dal cimitero di Arona. LE FOTO
SPECIALE MIKE BONGIORNO
MIKE: L'ALBUM FOTOGRAFICO

La salma di Mike Bongiorno è stata trafugata dal cimitero di Arona (Novara) nella notte tra lunedì 24 e martedì 25. La bara è stata prelevata dopo che è stata rotta la lapide della tomba. A denunciare l'accaduto ai carabinieri un anziano che si era recato a portare dei fiori sulla tomba di famiglia.
Per ora non è giunta alcuna rivendicazione. Secondo i primi accertamenti, non ci sono state effrazioni all'ingresso del cimitero e non sono state rilevate tracce. Le indagini vengono svolte dai militari di Arona e Novara, coordinati dal procuratore Giulia Perrotti e dal sostituto Fabrizio Argentieri, della procura della Repubblica di Verbania.

"Siamo sgomenti e increduli. Ci siamo raccolti in famiglia davvero sgomenti davanti all'accaduto", ha detto Michele Bongiorno junior, figlio primogenito di Mike Bongiorno.
"Non ci sono parole per commentare l'accaduto. Adesso ci sono le forze dell'ordine che se ne stanno occupando, noi non abbiamo davvero parole".

Non trova "parole" per commentare "un atto così vile" neanche Fiorello, popolare comico e conduttore, legato a Mike da un profondo rapporto di amicizia.

In una nota la famiglia di Mike ha espresso "piena fiducia alla procura della Repubblica di Verbania e alle forze dell'ordine che stanno conducendo le indagini", per poi appellarsi "al senso civile ed al rispetto del sacro che ha il Paese - perché sappiamo che Mike è nel cuore di tutti gli italiani - e invita chiunque abbia informazioni utili a contattare le forze dell'ordine per aiutarci a risolvere questa dolorosissima vicenda".

Non è la prima volta che viene trafugata la salma di un personaggio noto. Era già accaduto con Charlie Chaplin, all’ex dominus di Mediobanca Enrico Cuccia, fino al figlio dell’ex calciatore Salvatore Bagni. Tutti i casi in cui il furto è stato fatto a scopo estorsivo.

Tutti gli aggiornamenti video

Leggi tutto