Abbassare la maggiore età: il "lodo Ruby" impazza in Rete

1' di lettura

Fa discutere l'ipotesi sulla riduzione del termine per diventare maggiorenni, in relazione allo scandalo che coinvolge Berlusconi. Tra chi la definisce "una barzelletta" e chi propone una legge di iniziativa popolare per salvare il premier

Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Guarda anche:
La procura di Milano indaga su Berlusconi
Berlusconi: "Non fuggo e non mi dimetto"
Intervista a Ruby: "Mai fatto sesso con Berlusconi"

di Giulia Floris

Abbassare il limite della maggiore età, dopo lo scandalo del "caso Ruby" che vede indagato il premier per sfruttamento della prostituzione minorile. Un’ipotesi “sul tavolo” della maggioranza, secondo quanto ammesso dal capogruppo dei deputati del Pdl Fabrizio Cicchitto, e che scatena una valanga di commenti in Rete, su quello che il deputato dell'Idv, Antonio Borghesi, ha già ribattezzato il "Lodo Ruby".

La nota che, sulla pagina Facebook di Informazione, libera, riferisce la notizia raccoglie circa 600 commenti, tra chi si chiede se si tratti di una barzelletta, (“Ditemi che è una battuta”, “ma è una barzelletta”, “ditemi che non è vero")  e chi come Gabriele P. vede nella proposta, avanzata per primo dall’ex avvocato del premier e deputato del Pdl Gaetano Pecorella in un'intervista al Mattino, una “ammissione di colpa”.

E sul social network sono nati anche diversi gruppi contro questa possibilità. La pagina “Abbassare la maggiore età da 18 a 16 anni è una vergogna noi diciamo no” conta più di mille membri. “Noi cittadini italiani di tutti gli orientamenti politici (destra, sinistra e centro) e non schierati, - si legge nella presentazione del gruppo - diciamo no senza se e senza ma a questa nuova legge vergogna. Pur di salvare Berlusconi dalla condanna si vuole mettere a rischio la vita e la crescita morale dei nostri giovani”.

Ma anche i sostenitori del premier in Rete prendono spunto dalla notizia, e c'è chi avanza una proposta di legge di iniziativa popolare, nata, si legge sediciannimaggiorenni.wordpress.com, "per giungere in soccorso al nostro amato Presidente, mai come oggi messo in difficoltà dalle calunnie di certa magistratura faziosa". La proposta sarebbe così formulata: "La maggiore età si consegue con il compimento del sedicesimo anno di età. In deroga a quanto disposto dall’art. 11 delle disposizioni preliminari al codice civile, la presente legge si applica retroattivamente e di essa i giudici dovranno tenere conto nell’applicazione della legge civile e penale". "Affrettatevi servono 50mila firme" incitano i promotori, anche se per la verità la pagina Facebook a sostegno dell’iniziativa conta al momento appena 130 fan e sono soprattutto ironici e polemici i commenti lasciati sulla bacheca.


Tutti i video sul caso Ruby

Leggi tutto