Nicole Minetti: "Non sono io la fidanzata del premier"

Nicole Minetti
1' di lettura

Il consigliere regionale del Pdl, indagata per l’affaire Ruby, smentisce di essere lei la compagna con cui Silvio Berlusconi avrebbe una relazione stabile: “Conosco la persona ma non rivelo il suo nome per una questione di privacy”. ASCOLTA L’INTERVISTA

Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO
Caccia alla fidanzata segreta di Berlusconi: tutte le foto
Minetti, dal San Raffaele al Pdl: LE FOTO

Guarda anche:
La procura di Milano indaga su Berlusconi
Il video messaggio del premier: "Mai pagato donne"
Intervista a Ruby: "Mai fatto sesso con Berlusconi"
E' "Mai" la parola più usata dal premier - LA TAGCLOUD


(In fondo all'articolo tutti i video del caso Ruby)

Mentre la Camera dei Deputati ha pubblicato sul suo sito la richiesta di autorizzazione alla perquisizione dell'ufficio di Giuseppe Spinelli a Segrate, continua la caccia alla presunta compagna del premier. Dopo il videomessaggio con cui Silvio Berlusconi ha dichiarato di non aver mai pagato donne e soprattutto di avere un rapporto stabile con una persona, in molti si sono chiesti chi sia la donna in questione. Intervistata da SkyTg24, la consigliera regionale del Pdl Nicole Minetti (indagata dalla procura di Milano nell'ambito del caso Ruby, insieme a Lele Mora, Emilio Fede e allo stesso Silvio Berlusconi) ha smentito di essere lei. E nel video qui in alto dichiara di conoscere la persona ma di non volerne rivelare il nome per una questione di privacy.

Gli atti della Procura sulla Minetti - Intanto, secondo i magistrati della procura di Milano "I contenuti della dichiarazioni testimoniali rese a quasdo ufficio da Karima el Mahroug, intesa "Ruby" nata in Marocco l'1/11/1992, parte lesa del delitto...ed il complesso degli atti di indagine compiuti (vari rapporti di polizia giudiziaria, ndr) fanno ritenere che Nicole Minetti, in concorso con Emilio Fede e Dario Mora, nonché in concorso con ulteriori soggetti, abbia continuamente svolto un'attività di induzione e favoreggiamento della prostituzione di soggetti maggiorenni e della minore Karima el  Mahroug, individuando, selezionando, accompagnando un rilevante numero di giovani donne, che si sono prostituite con Silvio Berlusconi presso le sue residenze, dentro pagamento (del corrispettivo in denaro da parte di quest'ultimo, nonché gestendo ed intermediando il sistema di retribuzione delle suddette ragazze a fronte dell'attività di prostituzione svolta".

Tutti i video sul caso Ruby

Leggi tutto