Google insegna ai genitori ad evitare le trappole della Rete

1' di lettura

Il motore di ricerca ha creato un Centro di Sicurezza on line per la famiglia, dove gli adulti possono trovare tutte le risposte alle domande su come tutelare i loro figli dai rischi della Rete, come l’adescamento on line o il cyber bullismo

Pedofilia, l'inchiesta di Sky.it:
Io 14enne in chat: e spunta “l’amico” pedofilo
"I miei occhi vedono ma non guardano: così prendo il pedofilo"
Adescamento on line: tante vittime e nessun reato

Adescamento on line, cyber bullismo, privacy violata. Sono le insidie della rete. Pericoli che corrono tutti i ragazzi davanti a un pc e che molti genitori non sanno come affrontare. Per questo Google ha creato il Centro di Sicurezza on line per la famiglia, dove gli adulti potranno trovare tutte le risposte alle domande su come tutelare i loro figli su Internet.

L’idea di creare una pagina di aiuto per gli adulti non attrezzati a comprendere e affrontare i rischi della Rete nasce dall’indagine “Bambini e Nuovi Media”, presentata lo scorso ottobre commissionata a People, che ha evidenziato come il 18% dei genitori di bambini tra gli 8 e i 13 anni abbia confessato di conoscere appieno le nuove tecnologie. “Dopo il lancio, oltre un anno fa, del Centro di Sicurezza YouTube e la partecipazione a numerose iniziative indirizzate ai giovani, il nostro intento con il Centro per la sicurezza online della famiglia è di ampliare e rafforzare il dialogo anche con i genitori, per aiutarli a meglio comprendere la realtà digitale nella quale si muovono quotidianamente i loro figli”, ha spiegato Marco Pancini, European Policy Counsel di Google per l’Italia.

Il Centro per la sicurezza on line della famiglia è suddiviso in diverse sezioni contenenti informazioni sugli strumenti di protezione offerti da Google e consigli per genitori e ragazzi forniti in collaborazione con i tre partner dell’iniziativa: Save the Children, Telefono Azzurro e Terre des Hommes. Sono inoltre disponibili un decalogo di consigli generali rivolti direttamente agli insegnanti e ai giovani utenti della Rete, nonché suggerimenti sui comportamenti da tenere nel caso in cui si sia vittime di episodi di cyberbullismo. Un’altra sezione contiene una serie di risposte alle domande più frequenti delle categorie di utenti cui il sito si indirizza. Vi sono infine link diretti per la segnalazione di episodi di abusi e usi scorretti dei prodotti online di Google e una sezione con i video-consigli forniti dai genitori.

Dall’interno del Centro Sicurezza è inoltre possibile accedere direttamente alle pagine informative sull’iniziativa “Non perdere la bussola”, promossa da Google/YouTube in collaborazione con Polizia delle Comunicazioni e Ministro della Gioventù, che consiste in corsi di formazione sull’uso sicuro e responsabile della rete organizzati nelle scuole medie e superiori italiane, rivolti a studenti e genitori. Il nuovo Centro per la sicurezza online della famiglia, infine, offre infine informazioni su come utilizzare gli strumenti di sicurezza incorporati nei progetti di Google, quali SafeSearch e la Modalità di protezione di YouTube, che possono aiutare a controllare i contenuti che i ragazzi possono trovarsi davanti. I controlli della condivisione dei contenuti in YouTube, Picasa, Blogger e altri prodotti assicurano che video, foto e blog siano condivisi solo con le persone giuste. Inoltre, è stata creata una sezione su come gestire le funzioni di geolocalizzazione su dispositivi mobili.

Leggi tutto