Roma, dopo il Gp arriva lo sci di fondo al Circo Massimo

Operai allestiscono gli spalti per una manifestazione al Circo Massimo
1' di lettura

Polemiche per la proposta dei promoter del Gran Premio all'Eur, di far svolgere anche una gara di Coppa del Mondo di sci nell'area archeologica di Roma. Secco no di Campidoglio e ministero. E i residenti, ironici: "Perché non l'hockey a piazza di Spagna?"

Guarda anche:
Alemanno promette: "Il Gp di Roma si farà"
Roma sogna la Formula 1. E tu cosa ne pensi?

Roma sotto la neve. FOTO

Pedonale il cuore di Roma. Nessuna eccezione per le auto blu


Lo sci di fondo dove un tempo correvano le quadrighe. La neve artificiale nella valle tra l’Aventino e il Palatino che i romani riempivano di acqua per le naumachie, le loro battaglie navali. L’idea viene dai promotori della Formula 1 all’Eur: tenere una gara della Coppa del Mondo di sci di fondo a Roma, lungo i 600 metri del Circo Massimo. Una proposta, messa già in calendario tra gli eventi organizzati dal comitato Roma Formula Futuro, che ha subito sollevato un vespaio di polemiche e che ha irritato il Campidoglio, da cui è arrivata una smentita. Mentre i residenti chiedono sarcastici: perché non portare l’hockey su ghiaccio in piazza di Spagna?

La notizia è comparsa sulle pagine romane del quotidiano la Repubblica, che parla del progetto inserito tra i 50 grandi eventi che da qui al 2013 accompagneranno la realizzazione del Gran premio di Roma, come di “un’ipotesi-scempio". Anche se apparrebbe qualcosa di più di un'ipotesi, stando alla scheda dell'evento che appare sul sito di Roma Formula Futuro: “The Sprinter - si legge - è una gara di Coppa del Mondo di sci di fondo che si tiene nelle città. La prima si terrà a Milano nel 2011, Roma si è candidata per ospitare la tappa del 2012 in un luogo carico di storia e fascino: il Circo Massimo”. L’evento porterebbe nella capitale “160 atleti e 120 giornalisti da tutto il mondo” per le “4 specialità in gara, maschili e femminili”. E non si dimentichi la neve: “Produzione on site”, rassicurano i promotori.

Ma non appena la notizia ha iniziato a circolare, apriti cielo. Dal Campidoglio il sindaco Gianni Alemanno, grande amante della montagna e in questi giorni in vacanza a Cortina, ha fatto pervenire una secca smentita: lo sci non è cosa da Circo Massimo e “dopo primi contatti preliminari, nessun progetto è stato approvato dall’Amministrazione”. La paternità della cosa viene dunque tutta attribuita a Maurizio Flammini, presidente del Fg Group e promoter del Gran Premio di Roma, nonché ideatore di Roma Formula Futuro.

Qualche perplessità  suscita anche il fatto che non ci sia notizia di una gara “The Sprinter” nel 2011 a Milano, neanche nel calendario ufficiale della Fisi (Federazione italiana sport invernali). Ma a eliminare ogni dubbio sulla serietà del progetto, è arrivato ieri anche il niet del ministero dei Beni culturali. “Semplicemente delirante”, definisce l’ipotesi il ministro Sandro Bondi. E il sottosegretario Francesco Giro sottolinea: “Non mi risulta sia stato presentato alla Soprintendenza statale speciale per i beni archeologici di Roma alcun progetto, essendo questo l'unico ufficio delegato a rilasciare la necessaria autorizzazione”. Giro non manca poi di ricordare che l'anno scorso ha già “dato qualche problema di troppo” la sabbia portata dalle gare dell’Euro Beach Soccer, tenute (non senza polemiche) al Circo Massimo.

Intanto insorge l’opposizione di centrosinistra, che accusa Alemanno di voler trasformare Roma in un grande “parco giochi”, senza rispetto per la sua storia e il suo patrimonio. Mentre sceglie l’arma dell’ironia il Coordinamento residenti città storica, che propone: “il Festival Internazionale della 'Pizza e Fichi’ dentro il Colosseo, Miss Universo sull'Altare della Patria e l'esposizione mondiale dei caterpillar all'Ara Pacis”. E, per gli sport, “l’hockey su ghiaccio in piazza di Spagna, il campionato mondiale di biglie su sabbia in via della Conciliazione e la corrida in piazza Farnese”. “Confidiamo che l'economia, ma soprattutto l'immagine della città – chiosano velenosi i residenti - ne avrà un beneficio incommensurabile”.

Leggi tutto