Fini querela Libero e Il Giornale

Il presidente della Camera Gianfranco Fini
1' di lettura

Dopo le indiscrezioni dei quotidiani di centrodestra il presidente della Camera dà mandato ai suoi legali. Belpietro: "Reazioni isteriche". Granata: "Il mandante è Berlusconi"

Guarda anche:
Beautiful Lab: la relazione Fini-Berlusconi in 4 minuti
Berlusconi e la maledizione dei presidenti della Camera
Fini, Berlusconi e il Pdl. LE FOTO

Fini querela sia Libero, il quotidiano che per primo ha parlato di un finto attentato per screditare Berlusconi, sia il Giornale, che ha pubblicato un articolo in cui si sostiene che esisterebbe un video in cui una escort racconterebbe di aver incontrato il leader di Fli per ben tre volte. Un filmato che, scrive il quotidiano diretto da Alessandro Sallusti, qualcuno avrebbe "provato a vendere a televisioni e giornali". "Invece di ringraziare, i falliti ci attaccano" si difende Belpietro che, in un nuovo editoriale sul suo quotidiano sostiene: "vere o meno, per Fini e i suoi queste storie è meglio conoscerle".

Tra querele e indagini dei magistrati, tuttavia, è il caso politico che torna a tenere banco: c'è chi, infatti, sottolinea come questa nuova ondata di fango faccia seguito alla campagna 'Montecarlo' lanciata la scorsa estate dagli stessi giornali nei confronti del Presidente della Camera. Sul 'Giornale' viene anche  fatto un riferimento alle parole, poi smentite, del premier, durante un pranzo con gli europarlamentari, sull'esistenza di un "patto" tra Fini e Anm per mettere a tacere il caso Montecarlo in cambio di uno stop alla Camera alle leggi che riformano la giustizia.

Leggi tutto
Prossimo articolo