Nuova P2, concessi i domiciliari a Flavio Carboni

1' di lettura

L'imprenditore arrestato nel luglio scorso per associazione a delinquere finalizzata alla violazione della legge sulle società segrete è considerato dagli inquirenti una figura chiave della "cricca" accusata di aver influenzato diverse istituzioni

In fondo all'articolo tutti i video sulla cosiddetta "nuova P2"

Il gip di Roma Giovanni De Donato ha concesso oggi gli arresti domiciliari, su parere favorevole della procura di Roma, a Flavio Carboni, l'imprenditore coinvolto nell'inchiesta sulla cosiddetta P3 arrestato l'8 luglio scorso per associazione a delinquere finalizzata alla violazione della legge sulle società segrete.

Carboni è stato arrestato assieme al costruttore campano Arcangelo Martino e al magistrato tributario Pasquale Lombardi con l'accusa di aver costituito un comitato d'affari segreto volto ad influenzare illegalmente diverse istituzioni, tra cui il Csm, a beneficio dell'attuale governo di Silvio Berlusconi, con la complicità di giudici e politici.

Lo scorso 17 novembre il Tribunale del riesame di Roma aveva respinto la richiesta di scarcerazione sia per Carboni che per Lombardi. A settembre, invece, il gip aveva invece concesso gli arresti domiciliari ad Arcangelo Martino per motivi di salute e per il suo atteggiamento collaborativo verso i magistrati. Lombardi ha poi ottenuto i domiciliari il 14 dicembre scorso.

Leggi tutto