Maltempo, non è finita. In arrivo una nuova perturbazione

Una foto di Firenze così com'era lo scorso week end
1' di lettura

Dopo i disagi dell’ultimo week end la Protezione civile avverte: da martedì nuove nevicate potrebbero interessare il nord-ovest, anche in pianura. Pioggia sul resto d’Italia e in particolare al sud. Il tempo dovrebbe migliorare a Natale. LE PREVISIONI

SEGUI LE PREVISIONI METEO

Italia al gelo, mai vista così tanta neve: FOTO
L'Italia e l'Europa sotto la neve: FOTO
Da Ostia al Colosseo: Roma è sotto la neve
Neve e gelo: anche l'Europa è bloccata

(In fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza maltempo)

Maltempo, atto secondo. Mentre l’Italia cerca di riprendersi dopo i disagi provocati dalla neve dello scorso week end, e tra le istituzioni va ancora in scena il ping pong delle responsabilità (ma arrivano anche i primi mea culpa, come quello del sindaco di Firenze Matteo Renzi), una nuova perturbazione è in arrivo su gran parte della penisola. A prevederlo sono i tecnici del dipartimento della Protezione civile, che ha emesso un avviso di avverse condizioni meteo che prevede "dalla tarda mattinata di martedì 21 dicembre nevicate moderate, fino al livello di pianura, sui settori nord-occidentali. Precipitazioni sparse interesseranno tutto il centro-nord, con locali rovesci e temporali più frequenti sui settori tirrenici della Toscana e sulla Liguria e ventilazione in intensificazione dai quadranti meridionali su gran parte delle regioni centro-meridionali".

Responsabile della nuova ennesima perturbazione è "un impulso atlantico proveniente dalla Spagna", che "interesserà a partire da domani prima le nostre regioni settentrionali e la Toscana per poi estendersi al resto del Paese". 

Da mercoledì si prevede "un deciso aumento delle temperature, con quota neve in netto rialzo e fenomeni concentrati quasi esclusivamente sulle zone alpine. Piogge diffuse interesseranno tutto il centro-nord, con fenomeni più abbondanti e intensi su Liguria e Toscana, in estensione nella giornata di giovedì anche alle zone tirreniche centrali e alla Campania. Vento forte di libeccio dai quadranti meridionali, che nella giornata della vigilia di Natale ruoterà da ovest con rinforzi soprattutto sulla Sardegna".

Il tempo dovrebbe migliorare al centro-nord per il giorno di Natale, e successivamente anche al sud nella giornata del 26, con un deciso calo delle temperature che si riporteranno su valori invernali.
La Protezione civile "raccomanda la massima prudenza nella guida a quanti si trovassero in viaggio nelle zone interessate. In particolare, si raccomanda di informarsi sulle condizioni della viabilità per il percorso che si intende seguire, prevedendo la necessità di dotarsi di catene o gomme da neve se comprende tratti stradali dove si prevedono nevicate".

Tutti i video dell'emergenza maltempo

Leggi tutto